Avellino – Morte bianca: i sindacati adottano la linea dura

0
2

Avellino – La tragedia di Pratola Serra non è passata inosservata agli occhi di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil – rappresentate rispettivamente da De Feo, Famiglietti e Fabrizio – che in una nota hanno analizzato amaramente “la lunga sequenza di incidenti mortali sul lavoro che in questi giorni ripropone emblematicamente la questione della sicurezza per i lavoratori.
Raffaele lascia moglie e tre figli, ai quali va il cordoglio e la solidarietà del sindacato, ma per i quali non serviranno a niente le rituali considerazioni sulla necessità di maggiori controlli e di misure più severe nell’applicazione delle leggi.
Sarà compito della magistratura chiarire tanto la dinamica dell’incidente quanto il rispetto delle norme di sicurezza sul cantiere; come sindacato vogliamo però sottolineare l’urgenza di iniziative forti per richiamare la responsabilità di tutti i soggetti coinvolti nell’azione a tutela dei lavoratori. E’ venuto il tempo, anche per il sindacato, di uscire da una logica categoriale per mettere in campo strategie di lotta e di sensibilizzazione in grado di unire tutto il mondo del lavoro, in una battaglia di dignità e civiltà, ancor prima che di rivendicazione sindacale.
Feneal, Filca e Fillea, dunque, nel rimarcare che l’attenzione che non è mai abbastanza quando è in gioco la sicurezza dei lavoratori, intendono promuovere un’azione concreta di coinvolgimento e di mobilitazione, in una fase politica di grande incertezza, dove le grandi questioni legate al mondo del lavoro rischiano di cedere il passo al rumore di polemiche sterili e contrarie ai bisogni reali del Paese.
In questa direzione, auspichiamo una ferma assunzione di responsabilità delle Istituzioni e di tutti gli organismi cui è demandato il compito di assicurare prevenzione e controlli adeguati, in un’ottica di collaborazione e di sinergia che deve essere continua e costante”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here