Avellino, minacce shock dai genitori dei baby calciatori: “Se non fa entrare mio figlio ti taglio la testa”

0
9727

“Se l’allenatore non fa entrare mio figlio ti taglio la testa e la metto in una valigia”. Parole shock pronunciate nei confronti del responsabile del settore giovanile dell’Avellino calcio Giuliano Capobianco. A minacciare il tesserato del club biancoverde un genitore di uno dei baby calciatori dell’Under-17 dei Lupi.

L’episodio è avvenuto dagli spalti dello stadio “Ambrosini” di Venticano. Per poco non si è passato alle vie di fatto, visto che alle minacce ha fatto seguito un tentativo di aggressione. A scatenare il putiferio la scelta di non schierare dal primo minuto il giovane calciatore da parte del tecnico Nicola Liguori.

Capobianco sporgerà denuncia. Ma non è tutto. Al “Partenio-Lombardi” si è registrato un altro tentativo di aggressione nei confronti di un’altra figura che opera nel settore giovanile dei Lupi. Un pugno sferrato senza andare a bersaglio. Come detto verrà sporta denuncia nei confronti dei genitori violenti, poi saranno le indagini condotte dalla Digos di Avellino e le testimonianze raccolte a fare ulteriore chiarezza sugli accaduti.