Avellino – Istituzioni e Coni, l’appello di Saviano: “Manca la sinergia”

0
46

Avellino – Nella città capoluogo mancano le strutture sportive necessarie allo sviluppo economico e sociale dell’Irpinia. È questo l’appello che il Presidente del Coni, Giuseppe Saviano, lancia all’Assessore regionale allo Sport, Vincenzo De Luca, alla Presidente della Provincia di Avellino, Alberta De Simone, al sindaco di Avellino, Giuseppe Galasso, agli Assessori comunali allo Sport e all’Edilizia Sportiva, Toni Iermano e Ivo Capone, ai Direttori delle Aziende Sanitarie locali, ai Presidenti delle circoscrizioni cittadine. Ecco, secondo Saviano, le note dolenti: urge la firma della convenzione tra Provincia, Coni e Istituto per il Credito Sportivo per il tasso di finanziamenti diretto alla ristrutturazione e costruzione di impianti sportivi; bisogna ridurre le quota a carico delle Società Sportive che utilizzano le palestre scolastiche di proprietà provinciale e comunale; ad Avellino sono carenti spazi verdi e impianti per il tempo libero; il Presidente della Provincia, i sindaci, e il Provveditore agli Studi devono intervenire per la concessione delle palestre scolastiche, per evitare privatizzazioni indebite di beni pubblici; riequilibrare il Bilancio provinciale che prevede, per le attività sportive un ristretto finanziamento non consono allo svolgimento delle pratiche; incentivare lo sport mediante una progettazione distrettuale di impianti sportivi; completare i lavori di ristrutturazione del Campo Scuola Coni per il quale è già stato erogato un finanziamento da un milione di euro; ultimare e consegnare alla cittadinanza il Palazzetto adibito a campo da hockey e pattinaggio sito in via Morelli e Silvati; organizzare corsi di ginnastica, a costi contenuti, per disoccupati; adeguare alcuni campi di calcio con erbetta sintetica in modo da migliorare l’attività agonistica delle Società di calcio professionistiche e dilettantistiche; potenziare i servizi medici dello sport. Una nota a parte merita il progetto di un impianto polifunzionale che comprenda: un velodromo coperto, una pista di atletica leggera, una pista di pattinaggio, un bocciodromo al coperto, una palestra per arti marziali ad altre discipline. Essenziale, a detta di Saviano, una sinergia tra Istituzioni ed Società Sportive, che purtroppo ad Avellino mancherebbe. Fulminea la risposta di Iermano. Oggi, alle ore 15.30 presso l’Assessorato alla Cultura, Sport e Tempo Libero, convocato un incontro per confrontarsi, programmare le attività ginniche e fare uno screening delle strutture sportive in città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here