Avellino – I sindaci del PdZ A/4 scrivono a Foti

0
1

Avellino – “I sottoscritti Sindaci prendono atto che il comune di Avellino ha recepito alcune delle rilevanti problematiche emerse nel corso delle riunioni avutesi negli ultimi mesi”. Così in una nota congiunta Virgilio Donnarumma – Sindaco comune di Torrioni, Giuseppe Lombardi – Sindaco comune Petruro Irp., Nunziante Picariello – Sindaco comune di Capriglia Irp., Antonio Russo – Sindaco comune di Rotondi, Saverio Russo – Sindaco comune di Roccabascerana, Antonio Spiniello – Sindaco comune di Grottolella, Filuccio Tancredi – Sindaco comune di Cervinara e Gaetano Tenneriello – Sindaco comune di Prata.

“Leggendo attentamente la documentazione – scrivono i sindaci al primo cittadino di Avellino Paolo Foti – unilateralmente elaborata e proposta dal comune di Avellino (schema di Regolamento di Funzionamento del Coordinamento Istituzionale e schema di Convenzione ex art. 30 – D. Lgs. 267/00 per la gestione associata delle funzioni sociali), gli scriventi hanno rilevato la presenza d’importanti questioni che, prima di essere sottoposte all’attenzione dei consigli comunali, devono necessariamente essere preventivamente trattate e risolte. In particolare:

la salvaguardia degli attuali livelli occupazionali, professionisti del sociale che da oltre un decennio sono impegnati con abnegazione sul territorio dei 15 Comuni dell’ex Ambito A4;
la garanzia del bilanciamento dei meccanismi di governance territoriale; la necessità di preservare quanto di buono è stato realizzato attraverso l’erogazione di servizi sociali e socio-sanitari sul territorio dell’ex Ambito A4 garantendo la continuità delle buone prassi sedimentate nell’ultimo decennio. A tal proposito, si precisa che è indispensabile coinvolgere l’Assemblea dei Sindaci circa le scelte connesse alla programmazione sociale che dovrebbe essere inoltrata agli uffici regionali entro il prossimo 15/09/2013. Come appreso dalla stampa, detta programmazione risulta essere stata presentata alle OO.SS. ed ai soggetti del III settore lo scorso 02/09/2013 senza alcuna condivisione preventiva con i rappresentanti dei Comuni dell’Ambito. La vera finalità dell’Ambito, bisogna ricordare, è l’implementazione di servizi/attività e progetti che non possono essere approvati dall’Assemblea dei Sindaci se non preventivamente condivisi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here