Avellino, Giovanni D’Agostino: “Gautieri è la persona giusta per andare in serie B”

0
4860

Dopo Angelo Antonio D’Agostino è l’amministratore unico IDC Giovanni D’Agostino a spiegare le ultime ore che hanno preceduto la svolta dell’US Avellino: “facendo un attenta analisi dopo la partita di Francavilla la situazione è stata irreversibile. Al di là dei rapporti umani che si creano quando si lavora per tanto tempo insieme ad un certo punto si fanno delle scelte. Siamo stati molto pazienti su tutto, abbiamo accontentato l’area tecnica su tutte le sue richieste ma quando, in una squadra costruita per vincere,  nelle ultime tre gare arriva solo una vittoria significa che l’obbiettivo iniziale è sfumato e siamo chiamati a prendere delle decisioni. Nelle ultime 72 ore ci siamo messi subito a lavoro, dormendo poco, per cercando quelle figure capaci di darci l’energia mentale che nell’ultimo periodo era andata un pò ad affievolirsi. Dovendo fare una scelta, essendo irpini, abbiamo guardato al territorio che ci ha offerto la figura professionale di Enzo De Vito che presenta un curriculum di tutto rispetto è stata abbastanza naturale la scelta per il ruolo di direttore sportivo”.

Poi Giovanni D’Agostino ha voluto precisare le ragioni dell’esonero e della scelta del mister: “Salvatore di Somma era il responsabile dell’area tecnica e nel momento in cui fallisce un progetto il primo a pagare è il direttore sportivo e poi di conseguenza l’allenatore e poi i collaboratori. C’era bisogno di una scossa all’interno dell’ambiente e l’unica possibile era di cambiare tutto. Abbiamo avuto molte interlocuzioni per la scelta del mister ma la cosa che ci ha fatto propendere per il mister sono state le motivazioni. Ha anche accettato un accordo semestrale con possibilità di rinnovo”