Novellino tiene alta la guardia: “Avellino, voglio vedere il carattere”

0
14

Dal Partenio-Lombardi, Claudio De Vito – Walter Novellino ritrova il Palermo che ha guidato nella parentesi lampo di due stagioni fa, ma la sua attenzione è tutta rivolta al presente del suo Avellino a caccia della vittoria. I biancoverdi hanno gioito soltanto una volta nelle ultime otto partite e ora puntano al rilancio casalingo.

“E’ una partita importante per loro come per noi – ha sottolineato il tecnico biancoverde – il Palermo è stato costruito per vincere il campionato, io però devo pensare ai miei uomini che sono carichi e che vogliono vincere. Io da loro voglio il carattere, senza quello non si ottiene nulla”.

Assalto al Palermo di Maurizio Zamparini che qualche giorno fa ha fatto sapere di venire in Irpinia per far man bassa. “Tutti vogliono vincere – ha spiegato Walter Novellino – Zamparini è una persona buona e spontanea che rispetto. Con lui ho vissuto due anni straordinari a Venezia, avevo sempre la valigia pronta, ma come tutti gli allenatori che hanno lavorato con lui. Ora però conta il presente e dai miei ragazzi pretendo cattiveria agonistica”.

La partita. “Dobbiamo chiudere le loro giocate e ripartire – ha detto il trainer di Montemarano – vorrei che i miei giocatori capissero che ci sono momenti della partita nei quali si può vincere come a Frosinone. Il Palermo può creare difficoltà ma anche noi abbiamo una struttura importante”.

Le scelte saranno condizionate da numerose assenze. Oltre agli infortunati di lungo corso già certificati, si sono aggiunti un paio di titolari acciaccati. Marco Migliorini ha accusato un risentimento muscolare al gluteo destro e Matteo Ardemagni è alle prese con i postumi dell’influenza e di un affaticamento insieme.

“Vedo molto bene Bidaoui” ha sottolineato Walter Novellino marcando il tono quasi a lanciare virtualmente in campo il marocchino. Per lui si profila il ruolo di seconda punta nel 3-5-2 alle spalle di Luigi Castaldo. Anton Kresic si appresta invece a rimpiazzare Marco Migliorini al centro del terzetto difensivo con Pierre Ngawa a destra e Riccardo Marchizza a sinistra.

A centrocampo invece “Moretti ha l’occasione di giocare nel suo ruolo aiutato da due interni molto bravi”. “Vorrei che Paghera sia aiutato – ha aggiunto – tutti sono importanti nella rosa dell’Avellino”. Angelo D’Angelo tornerà dalla squalifica, Salvatore Molina a destra e Nicola Falasco a sinistra a presidio delle corsie.

Fin qui il campo. Nel pomeriggio invece la vigilia sarà accesa dal confronto pubblico tra Walter Taccone e i tifosi. “Io devo guardare la partita – ha detto Walter Novellino – è giusto che ci sia questo incontro, il presidente sa il fatto suo, sono convinto che tutto si sistemerà”.