Avellino calcio: il punto sul campionato

0
536

L’Avellino calcio si trova in piena corsa per un piazzamento valido per i playoff che valgono la lotta per la promozione in Serie B. Il percorso degli irpini nel girone C di Serie C fino a questo momento però è stato a dir poco travagliato soprattutto sul fronte allenatore. Sul finire dell’estate scorsa è stato esonerato Roberto Taurino, a cui è succeduto Raffaele Biancolino ma solo in occasione del match contro la Viterbese. In seguito, è arrivato il mister che è anche in questo momento la guida tecnica della squadra, Massimo Rastelli. Il neoallenatore è arrivato sulla panchina irpina con l’obiettivo di risollevare la squadra, tanto nel gioco quanto nella situazione di classifica. Fino a questo momento la missione sembra essere compiuta ed il traguardo dei playoff è, al momento, più che raggiungibile. Per Rastelli si è trattato di un ritorno sulla panchina dell’Avellino, 7 anni dopo l’ultima stagione in cui conquistò un campionato di Lega Pro e una Supercoppa di Lega. Arrivò a sfiorare la Serie A nella stagione 2014/2015, in cui i biancoverdi furono eliminati dai playoff dal Bologna.

Passiamo ai pronostici. Dando un’occhiata alle scommesse sportive online o analizzando gli ultimi risultati e le prestazioni sul campo dei biancoverdi, la compagine irpina ha tutte le possibilità di centrare la zona playoff in un girone che non è affatto semplice. Le squadre di valore non mancano e tra queste anche le blasonate Pescara e Crotone, non a caso le indiziate numero uno per il primato nel gruppo C.

Il calciomercato invernale potrebbe dare una mano nel cogliere l’obiettivo prefissato grazie ad arrivi in grado di rafforzare alcune zone nevralgiche del campo, in particolar modo la difesa, che ha evidenziato più di qualche lacuna in diversi momenti delle partite. I rinforzi riguardano però ogni zona del campo, con innesti già annunciati in attacco e a centrocampo. Per la zona offensiva è stato ufficializzato l’arrivo di Mamadou Tounkara, il quale ha firmato con i biancoverdi un contratto dalla durata di tre anni. Per la mediana è invece arrivato Davide Mazzocco, ex SPAL, considerato uno dei pupilli del tecnico Rastelli che lo ha già allenato proprio nella compagine emiliana. Le voci relative a Federico Dionisi invece, attaccante dell’Ascoli, sono finite in nulla di fatto: la punta non aveva mai nascosto la volontà di chiudere la carriera nelle Marche ma la società non sembrava dello stesso avviso avendo sondato altri obiettivi per il reparto, ora però sembra essere tornata sui suoi passi. È invece già certo l’arrivo di Simone Benedetti, passato in via definitiva all’Avellino dal Feralpisalò. Anche in questo caso si tratta di un giocatore già allenato da mister Rastelli, in questa circostanza ai tempi del Cagliari, e di sicuro affidamento per quanto riguarda il reparto difensivo biancoverde.

Il fronte uscite della compagine campana non è meno attivo e sono già due le ufficialità. Julian Illanes è pronto ad accasarsi al Novara con la formula del prestito secco, fino ad ora non aveva trovato spazio tra i titolari dell’Avellino e il club campano aveva aperto alla sua cessione. Definito anche la cessione di Andrea Sbraga, che passa a titolo definitivo all’Alessandria.