Avellino Calcio – Ex con la “X”: Rastelli e Tesser lanciano la sfida a sé stessi e al passato

0
4
Nicolas Viola Ternana Avellino

Il confronto del Sant’Elia tra Cagliari e Avellino sarà stimolante per i due protagonisti che siederanno sulle panchine del Sant’Elia. Massimo Rastelli e Attilio Tesser – quest’ultimo in Sardegna nel 2005 con i fedelissimi Mark Tullio Strukelj, suo vice, e Leonardo Cortiula, allenatore dei portieri (il preparatore atletico all’epoca era Edoardo Renosto dal quale si è separato prima di giungere ad Avellino con la new entry Ivano Tito) – sfideranno da ex il proprio passato con un occhio ai numeri dei precedenti strettamente personali alla guida rispettivamente di Avellino e Ternana.

avellino agropoli tesserNessuno dei due infatti è riuscito a prevalere sull’altro nei tre duelli andati in scena nelle ultime due stagioni di Serie B. L’8 febbraio 2014 finì 1-1 al “Libero Liberati” con Galabinov che replicò al penalty trasformato da Antenucci; il 6 ottobre dello scorso anno fu pari pirotecnico, 2-2, per effetto del botta e risposta animato da Avenatti e Viola da una parte e da Castaldo dall’altra; il 28 febbraio di quest’anno infine 1-1 al “Partenio-Lombardi” con l’illusorio vantaggio su rigore del bomber di Giugliano impattato dal solito Avenatti.

Dunque perfetta parità tra il 46enne tecnico di Torre del Greco ed il 57enne trainer di Montebelluna che hanno in comune la militanza tra le fila del Napoli. Annata 2001/2002 in cadetteria per il primo con 32 presenze e 6 realizzazioni all’attivo in cadetteria, campionato di Serie A 79/80 per l’attuale tecnico dell’Avellino a suo tempo difensore azzurro con 37 presenze complessive condite da due centri.

DSC_9837Si fronteggeranno a colpi di 4-3-1-2, impronta tattica che Rastelli ha affinato in Irpinia accantonando il 3-5-2. L’ex allenatore dei lupi, più propenso alla compattezza e alla solidità di squadra che allo sviluppo di una manovra fluida, ha tra le mani una corazzata allestita per dominare il campionato. Tesser invece ha introdotto determinate caratteristiche di gioco, imperniate anch’esse sul modulo con il rombo, che hanno richiesto un’opera di trasformismo su vasta scala durante la campagna acquisti. Rastelli-Tesser: si accende la sfida tra ex con la “X”.

 

Articolo precedenteCamminata rosa, la nota di Amdos Mercogliano
Articolo successivoFurti in Irpinia, è davvero allarme sociale ?
Giornalista. Ottimo. Leva (calcistica) dell’86. Sono laureato in Scienze Politiche all’Ateneo di Salerno con tesi in Diritto Amministrativo Europeo e un Master di II livello in Economia e Gestione delle Imprese. Ma la mia è una vita dedicata allo sport, più precisamente al calcio. A raccontarlo ho cominciato sin da piccolo e con Irpinianews, il giornale online al quale mi sento più affine, sto diventando grande. Da due anni in forza alla redazione, prima come cronista di calcio minore e successivamente, anche come inviato, a seguire le vicende dell’Avellino Calcio. Il web è il mio mondo, mi piace catturare e offrire notizie in tempo reale. Ho lavorato presso l’ufficio stampa del Comune di Salerno, con l’agenzia di stampa Mediapress, ho preso confidenza con il mondo dei social network e della condivisione di informazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here