Aggressione ai dirigenti del Verona: il club gialloblu scrive all’Avellino

0
12

Le polemiche per l’episodio di violenza verificatosi prima di Avellino-Verona nei pressi dello stadio non si placano e continuano a rimbalzare da una piazza all’altra lanciate con forza dai tifosi delle due squadre (nella serata di ieri la Curva Sud Avellino si è espressa con un duro comunicato stampa).

Su sponda biancoverde si sarebbe gradito un maggiore risalto all’impresa sportiva di D’Angelo e compagni, la sponda gialloblu invece reclama il massimo grado di risonanza per il caso che ha visto coinvolti il presidente Maurizio Setti, l’ex campione del mondo Luca Toni e altri dirigenti gialloblu. E non mancano gli sciacalli che, come avviene in questi casi, non trovano migliore soluzione che quella di infangare la collettività, nella fattispecie la provincia irpina.

I tentativi si sprecano e si moltiplicano principalmente in rete e sui social, mentre le indagini della Digos di Avellino vanno avanti e sono vicine ad una svolta con l’autore del lancio della bottiglia che ha infranto il finestrino dell’auto pronto ad essere denunciato.

Sono molteplici i livelli sui quali si sta articolando un fatto increscioso, ma pur sempre confinato alle sciagurate mani di uno o pochi, compreso il livello dei rapporti tra i due club che restano idilliaci e improntati alla cordialità più assoluta. Ferma la condanna dell’aggressione da parte della società biancoverde già nel corso della partita con una nota che ha etichettato come “gesto vile” quanto accaduto nell’immediato pre-gara a pochi passi dal “Partenio-Lombardi” e allo stesso tempo mostrato vicinanza ai veri tifosi dell’Avellino.

Nelle ultime ore invece è giunta in Piazza Libertà una lettera dell’Hellas Verona attraverso la quale la dirigenza scaligera ha voluto ringraziare l’Avellino per l’accoglienza, la collaborazione negli spostamenti e per la solidarietà manifestata sin da subito in relazione all’aggressione, ma anche per la disponibilità mostrata in seguito all’infortunio di Romulo durante la gara.