Avellino – Bomba carta contro un’agenzia di viaggi di via Tagliamento

0
96

Avellino – Una bomba carta è stata fatta esplodere la scorsa notte in Via Tagliamento, a pochi metri di distanza dal Campo Coni. Ignoti hanno preso di mira un’agenzia di viaggi, la “De.Mi.Val. Viaggi” di Alessandro de Vito: hanno apposto una bomba carta, di notevole dimensione, dinanzi all’ingresso dell’attività facendola esplodere allo scoccar della mezzanotte. Sono stati i residenti della centralissima Via Tagliamento, svegliati dal forte boato, ad allertare la centrale operativa dei Vigili del Fuoco del Comando di Via Annarumma. Un’esplosione che ha devastato completamente la saracinesca dell’agenzia di viaggi ed ha frantumato anche la vetrina. Lo scoppio ha creato panico tra gli inquilini del condominio i cui locali sottostanti sono occupati dall’attività commerciale: tanto fumo è fuoriuscito dal locale e si è pensato anche al peggio. Sul posto si sono portati anche gli Agenti della Questura, che stanno procedendo per competenza, ed i Carabinieri impegnato nei servizi di pattugliamento notturni. La Polizia ha constatato che fortunatamente l’esplosione ha provocato solo danni alle vetrate ed alla saracinesca dell’agenzia. Nessun problema di staticità all’immobile. L’esplosione ha fatto rivivere quei momenti di terrore che i residenti hanno vissuto, due anni or sono, per la bomba carta fatta esplodere davanti alla saracinesca di “Otto Marzo”, negozio di abbigliamento, distruggendo non solo i suppellettili ma anche la merce: in quell’estate del 2003 furono diversi gli episodi di chiara matrice dolosa ai danni di attività commerciali della città. Non possiamo, infatti, dimenticare l’incendio che distrusse non solo il negozio “Tutto a mille lire” di Piazza Kennedy ma anche l’immobile che per molti mesi è rimasto “privo” di inquilini. E ieri la bomba carta ai danni dell’agenzia di viaggi. In Via Tagliamento si è portato anche il proprietario dell’attività, investito dell’esplosione dagli inquirenti. E’ stato ascoltato, come prassi, ma non ha saputo fornire particolari in merito all’episodio. Ha dichiarando di non aver mai ricevuto alcun tipo di minaccia né richieste di denaro. Sull’esplosione ora indagano gli uomini della Squadra Mobile che non escludono, almeno per il momento, nessuna ipotesi. (Emiliana Bolino)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here