Ariano – Spaccio di droga: in manette affiliato al Clan Di Grazia

20 Settembre 2005

Ariano Irpino – Gli Agenti del Commissariato di Polizia, guidati dal dottor Gaetano Frongillo, hanno notificato ad un 45enne del posto un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, a firma del Pubblico Ministero Salvati, e della Procura della Repubblica di Ariano Irpino nella persone del Pm Tognon per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, che era uscito di carcere alcune settimane fa, a seguito di un arresto sempre per spaccio di sostanze stupefacenti in un blitz contro i componenti del Clan Di Grazia, per un vizio di forma, dopo l’espletamento delle procedure di rito, è stato nuovamente “accolto” nella Casa Circondariale di Ariano Irpino. A dire degli inquirenti, il 45enne era riuscito a diventare uno degli esponenti di spicco del Clan Di Grazia, l’associazione a delinquere che opera nell’Agro-Aversano, sul Tricolle. Dall’attività investigativa, durata mesi durante i quali gli inquirenti si sono avvalsi anche di intercettazioni ambientali e telefoniche oltre ad appostamenti ed accertamenti, è emersa che l’uomo è riuscito a tessere un giro di affari davvero ingente: ben 1500 contatti con spacciatori al giorno, oltre 500 le dosi di cocaina ed eroina vendute quotidianamente. Un’attività fiorente, come ha spiegato il Commissario Frongillo, che ha fatto sì che il 45enne entrasse nelle grazie del capo Clan. L’uomo, difeso dall’avvocato Domenico Carchia, ora si trova in Carcere in attesa del dibattimento.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.