Ariano – La Vita: a Difesa Grande niente rifiuti, solo la bonifica

0
5

Ariano Irpino- La città del Tricolle è in attesa di conoscere se gli accertamenti chiesti dalla struttura commissariale regionale abbiano confermato o no la compatibilità del sito con la ripresa delle attività di smaltimento, che creerebbero la netta opposizione della popolazione, pronta a scendere nuovamente in piazza per ribadire il no alla riapertura. La politica sta tentando di trovare una soluzione condivisa, che miri alla tutela degli interessi legittimi in capo a tutti i soggetti coinvolti nella emergenza, ma il dato tecnico potrebbe risultare comunque decisivo. Ritengo che i rilievi effettuati dagli enti preposti non potranno contrastare con l’accertato e documentato disastro ecologico emerso a conclusione della inchiesta condotta a Difesa Grande dalla magistratura arianese. Sono sicuro che nella discarica si dovrebbe aprire unicamente l’impianto per le operazioni di bonifica non più differibili. Lo sostiene con forza l’avvocato Giovanni La Vita, portavoce degli ambientalisti arianesi, che da anni sta seguendo le alterne vicende legate alla discarica di Difesa Grande. “Non è escluso che in caso di riapertura possa essere valutata l’applicazione di altre misure cautelari anche personali trattandosi di reati con effetti permanenti, quali l’omessa bonifica, l’avvelenamento delle acque superficiali, lo smaltimento illecito dei rifiuti tossici e di disastro ambientale doloso inteso come reato plurioffensivo di pericolo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here