Ariano, detenuto tunisino aggredisce poliziotti e medici

0
3

Aggredito un agente della polizia penitenziaria di Ariano Irpino.

A denunciarlo è Vincenzo Palmieri, segretario regionale Osapp Campania.

Un detenuto di origine tunisine venticinquenne su indicazione medica e del direttore è stato scortato in ospedale – a seguito di un presunto ingerimento di una batteria – per gli accertamenti strumentali e diagnostici del caso, presso il pronto soccorso.

Palmieri racconta che l’uomo “… senza alcun motivo cominciava ad inveire prima verbalmente e poi dimenandosi contro il personale sanitario e di Polizia Penitenziaria passando successivamente alle vie fatto colpendo a calci e pugni i Poliziotti Penitenziari che l’avevano tradotto e solo grazie all’intervento tempestivo si sono evitate conseguenze più gravi per la sua salute dello stesso al quale gli hanno estratto dallo stomaco la pila ingerita”.

A dire del detenuto l’atteggiamento messo in atto era per protestare contro la Giustizia.
Una volta ritradotto in Carcere presso l’ufficio matricola lo stesso ha ricominciato nel suo atteggiamento aggressivo verso i Poliziotti procurando danni alla salute degli stessi che si stavano occupando di lui e delle sue condizioni psicofisiche assieme al personale sanitario; accompagnati in ospedale venivano visitati con 15 giorni di prognosi, distorsione al braccio, polso e contusioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here