Aquilonia sotto choc per la morte di Donato Tartaglia

Aquilonia sotto choc per la morte di Donato Tartaglia

22 Dicembre 2015

Sembrano non esserci più dubbi sulla dinamica della morte dell’architetto Donato Tartaglia.

Il noto professionista è stato trovato cadavere nella notte nei pressi dei binari della stazione ferroviaria abbandonata ad Aquilonia, in provincia di Avellino.

Sul corpo dell’uomo i segni delle ferite da arma da taglio, motivo per cui gli inquirenti avrebbero ristretto il campo delle ipotesi del decesso a quella del suicidio.

Non sarebbero emerse infatti prove riconducibili ad una azione omicida.

Il corpo è stato trasportato presso l’Ospedale di Avellino per gli esami del caso dai quali si ricaveranno elementi più certi circa il decesso del noto architetto.

IL FATTO – Solo alle prime luci dell’alba odierna si è avuta la tragica notizia. Tartaglia aveva fatto perdere le proprie tracce da ieri. Oggi avrebbe compiuto 53 anni.

Direttore del Museo Etnografico di Aquilonia, Tartaglia era attivista del Comitato No Eolico Selvaggio.

Sul fatto indagano i carabinieri della compagnia di S. Angelo dei Lombardi agli ordini del Capitano Mancini.

 


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.