An, l’attacco di G. D’Ercole: “Niente di nuovo, la guerra continua”

0
3

Avellino – “Puntuale come la pioggia autunnale, tornano gli scontri interni alla pseudo-maggioranza di Galasso: mentre il nuovo padrone di Avellino inaugura la sua segreteria a Piazza Libertà, i DS cittadini si producono in una serie di bombardamenti al Primo cittadino, sostenuto, fino a prova contraria, anche da loro”. Duro l’intervento del capogruppo di Alleanza Nazionale Giovanni D’Ercole. “Dopo aver ascoltato le accuse forti e anche condivisibili della sinistra avellinese, davvero non riusciamo a comprendere le ragioni dell’alleanza tra DS e Margherita che non siano ragioni di mera spartizione di potere. Come si fa a sostenere un Sindaco e contemporaneamente ad accusarlo di non essere capace di gestire la Città, di non essere in grado di tutelare l’ordine e la legalità, di essere stato un confusionario nella realizzazione del piano parcheggi e sulla questione global service? Non è possibile stare in maggioranza (e godere gli ovvi benefici del potere) e parlare come se ci si trovasse all’opposizione. I diessini scelgano una volta per tutte da che parte stare: salutiamo con favore l’adesione della sinistra alle nostre accuse all’amministrazione e, coerentemente, siamo all’opposizione e solo all’opposizione è concesso di criticare in maniera frontale l’operato effettivamente disastroso di una Giunta composta, lo ricordiamo, per un terzo da uomini dei DS. Se, invece, gli uomini della sinistra sparano con frequenza mensile bordate contro Galasso per poi rimangiarsele, come fatto ripetutamente in questi due anni, evidentemente sono animati dalla sola ambizione di alzare qualche “prezzo” politico. Alleanza Nazionale condanna con disgusto lo squallore del dibattito interno al centrosinistra, nella triste consapevolezza che, finché l’Armata Brancaleone di Galasso governerà, Avellino potrà ambire al massimo a vedere l’esibizione di qualche cantante napoletano ma mai la soluzione dei propri problemi. Al sorridente Sindaco chiediamo se esista e se sia mai esistita, al di là dei soliti proclami e delle solite minimizzazioni di una crisi che dura da quasi tre anni, una maggioranza politica che lo sostiene”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here