Raid dei tifosi della Paganese, inchiesta su doppio binario: rischio denunce e Daspo?

0
49
immagini aggressione tifosi paganese avellino


Inchiesta che viaggia su un doppio binario. Gli strascichi causati dal raid di ieri sera, da parte dei tifosi della Paganese, potrebbe avere gravi conseguenze. 

La Lega Pro è pronta a costituirsi parte civile in un eventuale processo contro i supporter della Paganese che ieri hanno bloccato il raccordo autostradale Avellino-Salerno. Dopo la partita persa dalla squadra salernitana contro l’Avellino per 3-0.

Il presidente della Lega Pro (ex serie C), Francesco Ghirelli, ha annunciato che la federazione è pronta a chiedere i danni di immagine. 

Ma cosa è successo esattamente? Perché tutti i riflettori della cronaca nazionale sono puntati sulla provincia di Avellino?

I fatti sono ancora al vaglio delle forze dell’ordine. Quella di seguito è quindi una prima ricostruzione che poi dovrà essere suffragata o, eventualmente, smentita dalle prove raccolte dagli investigatori.

Ieri pomeriggio, all’altezza delle uscite autostradali di Montoro Nord e Sud, alcuni tifosi della Paganese sono scesi da auto e mini-van per assaltare alcune auto sulle quale viaggiavano dei tifosi di Avellino di ritorno a Montoro. Con spranghe e oggetti contundenti, i facinorosi hanno danneggiato la vettura e ferito un tifoso irpino poi trasportato all’ospedale Moscati di Avellino.

L’uomo ha riportato una ferita lacero contusa al cuoio capelluto e una distorsione alla mano.

Il video dell’aggressione è rimbalzato sui social network. Scene, che ovviamente, sono lontanissime dai valori che dovrebbero animare gli appassionati di sport e, in genere, una società civile. 

Le immagini ora sono al vaglio della Digos di Avellino e di quella di Salerno. L’inchiesta viaggia sul doppio binario: penale e sportivo. Oltre alle ipotesi di reato di danneggiamento, minacce e lesioni, c’è il rischio che vengano emessi Daspo nei confronti dei responsabili. 

Gli investigatori dovranno anche ricostruire le ragioni che hanno portato a quei comportamenti e vagliare tutte le motivazioni che potrebbero averlo scatenate. Verificare se prima ci siano stati dei comportamenti, da parte dei tifosi irpini, che abbiano innescato la reazione. Solo quando il quadro investigativo sarà completo, infatti, sarà possibile avere una fotografia veritiera di quanto accaduto.