Acs: chiesto lo stato d’emergenza idrica al Consiglio dei Ministri

0
5

Avellino – Il Consiglio di amministrazione dell’Acs Spa all’unanimità, su proposta del presidente Maselli, ha deliberato la richiesta da presentare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, per il tramite della Regione Campania e del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, per la dichiarazione dello stato di emergenza idrica nel comprensorio irpino-sannita. La crisi idrica investe, in misura diversa, l’intero territorio nazionale e per quanto riguarda l’Irpinia e il Sannio, non potrà essere attenuata neanche se si manifesteranno, nei prossimi mesi invernali copiosi apporti meteorici. Pertanto, la richiesta prodotta dall’ente si rende necessaria a causa dell’andamento siccitoso che ha determinato un notevole deficit di approvvigionamento idrico delle idrostrutture a servizio dei Comuni delle province di Avellino e di Benevento. Unitamente allo stato di emergenza idrica l’Acs ha inoltrato una richiesta di finanziamento per opere e interventi strategici per il potenziamento del sistema acquedottistico dell’Irpinia e del Sannio da realizzarsi a breve e medio termine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here