Voucher lavoro settore agricolo, pronta la proposta di legge di D’Agostino

Voucher lavoro settore agricolo, pronta la proposta di legge di D’Agostino

25 Ottobre 2016

Il deputato Angelo D’Agostino ha presentato una proposta di legge finalizzata a superare i problemi emersi nell’utilizzo dei voucher per il pagamento dei lavoratori impiegati nelle aziende agricole. L’obiettivo – fa sapere il parlamentare irpino – è quello di rimediare agli effetti “paradossali” determinati, in particolare, dal limite eccessivamente basso dei 7mila euro di volume di affari. Superato tale limite, le aziende agricole non possono utilizzare i buoni lavoro per il pagamento dei lavoratori occasionali, a meno che gli assunti non siano studenti, cassintegrati e pensionati.

“Il limite dei settemila euro – spiega D’Agostino – è decisamente basso e, quindi, diffusamente superato dalla quasi totalità delle aziende agricole che, pertanto, sono costrette a stipulare contratti di lavoro subordinato, anche se solo per pochi giorni di lavoro. Ciò con un aggravio enorme in termini di costi e di burocrazia.”

“È doveroso e giusto combattere l’abuso dei voucher, ma è evidente – osserva il deputato – che con le disposizioni in vigore si è passati da un eccesso all’altro. Non a caso molte aziende e tante associazioni di categoria hanno avuto modo di esprimere tutto il loro sconcerto per una norma che penalizza i giovani disoccupati e, paradossalmente, favorisce quel lavoro nero che, invece, dovrebbe combattere. Con la mia proposta di modifica della legge attualmente in vigore – chiude D’Agostino – il limite di 7mila euro di volume di affari viene portato a quello più ragionevole e adeguato di 50mila.”