“Virtus Avellino società solida”. Il bilancio di fine anno di patron Petrozziello

“Virtus Avellino società solida”. Il bilancio di fine anno di patron Petrozziello

23 Dicembre 2015

Con l’avvicinarsi della fine dell’anno, in casa Virtus Avellino è tempo di bilanci. La società di via Basile, nata nel 2013, in soli due anni e mezzo ha già nel suo palmares la vittoria di un campionato di Prima Categoria e una salvezza in Promozione. Senza alcun dubbio il club ad oggi è la squadra dilettantistica più seguita dalla critica e dalla stampa tra Avellino e Benevento. Anche sui social network, dove le sorti delle squadre virtussine sono seguite quotidianamente dai numerosi fans, e sul sito www.virtusavellino2013.it che può vantare un numero considerevole di visitatori unici mensile. Sicuramente una delle squadre più sponsorizzate, anche grazie a questa situazione mediatica venutasi a creare.

Un nuovo modello di fare calcio, quello della Virtus, che ha come fiore all’occhiello il settore giovanile. Juniores, Allievi e Giovanissimi sono nei primi posti dei rispettivi campionati, con la formazione di mister De Pascale (juniores) imbottita di 99’ e 2000 tra cui il portiere Imbimbo, il centrocampista Guerriero e l’esterno Lombardo. E’ grazie alla collaborazione siglata con la Partenio Stars (che può vantare tra esordienti, pulcini e primi calci oltre 100 bambini) da qui a due anni il settore giovanile della Virtus diventerà il primo settore giovanile di Avellino e provincia, come qualità e per numero di iscritti. L’importanza del settore giovanile per il club biancoverde è dimostrato dal fatto che è l’unica società di Promozione in Campania a giocare con due fuori quota 99’ (Mallozzi e Pacilio), i quali militano in pianta stabile in prima squadra e nell’undici titolare.

Una società che punta molto sulla logistica e le strutture, al fine di far crescere il settore giovanile e la prima squadra. La gestione dello stadio di Aiello ne è la prova.

Soddisfatto per questo percorso, non privo di ostacoli, il presidente Petrozziello ha voluto sottolineare la bontà degli investimenti di questi due anni e mezzo: “La Virtus è una società solida. E dopo soli due anni e mezzo possiamo dire che il meglio deve ancora venire. Siamo orgogliosi del nostro settore giovanile, e la collaborazione con la Partenio Stars è la garanzia del nostro successo che di qui a pochi anni renderà la Virtus il primo settore giovanile irpino.

Il nostro è un modello di calcio che si basa sulla continuità, che possa rendere la prima squadra un giorno frutto del settore giovanile. Siamo in trattativa per una palestra attrezzata e una tecnostruttura ad Avellino e zone limitrofe per far si che la nostra logistica sia al top in provincia. Per quanto riguarda la prima squadra – conclude il presidente – dopo il mercato di riparazione abbiamo iniziato il percorso di crescita che ci aspettavamo. Sono arrivati tanti grandi calciatori, ma concedetemi di dire che il migliore acquisto che abbiamo fatto è mister Criscitiello”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.