VIDEO / “Troppo lassismo, nei luoghi chiusi poche mascherine: rischiamo il ritorno del virus”. Covid, i medici lanciano l’allarme

24 Luglio 2020

Alfredo Picariello – I medici campani hanno paura. L’ansia cresce di ora in ora. Il covid, putroppo, è sempre dietro l’angolo. “Siamo molto preoccupati dell’aumento di contagi che si sta registrando in Campania e auspichiamo che si portino avanti controlli severi sul rispetto delle norme. Se non si cambia rotta subito le conseguenze sul sistema sanitario, e sull’economia regionale, potrebbero essere disastrose”.

Il coordinamento regionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Campania, con i presidenti di tutti gli ordini provinciali, ha preso carta e penna ed ha scritto al Governatore De Luca, alle forze dell’ordine e ai prefetti.

“Si è creata una situazione di vero e proprio lassismo”, afferma Francesco Sellitto, presidente dell’Ordine dei Medici di Avellino che ha sottoscritto la lettera insieme ai colleghi Giovanni D’Angelo (Ordine dei Medici di Salerno), Maria Erminia Bottiglieri (Ordine dei Medici di Caserta), Giovanni Pietro Ianniello (Ordine dei Medici di Benevento) e Silvestro Scotti (Ordine dei Medici di Napoli).

“C’è stata una sorta di liberi tutti che ha fatto credere alla popolazione che tutto fosse finito”, sottolinea il medico irpino. “Invece non è così, i contagi che si registrano in questi giorni fanno capire che il virus sta ancora circolando. Esortiamo le forze dell’ordine, De Luca e prefetti a fare controlli più serrati soprattutto nei locali chiusi dove, ormai, quasi più nessuno, utilizza la mascherina”.

I presidenti di tutti gli ordini provinciali, dunque, chiedono una stretta dei controlli e l’applicazione di sanzioni, nei casi di inadempienza, guardando in modo particolare a tutti i luoghi di maggiore assembramento come esercizi commerciali, ristoranti e bar.