VIDEO / “Trionfa il civismo, va ritrovata la centralità dei partiti”. Verso il voto 12 giugno, i primi commenti

0
801

“Trionfa il civismo, va ritrovata la centralità dei partiti”. A poche ore dalla presentazione delle liste nei 14 comuni irpini chiamati al voto il prossimo 12 giugno, Irpinia News ha sondato gli umori generali della politica che, come capita spesso quando si va alle urne per il rinnovo dei consigli comunali, risulta essere la grande assente.

D’accordo sul riformare i partiti, cercando di ritrovarne la centralità, gli ospiti che ci hanno raggiunto al “Clicquot” di Atripalda: Alessia Castiglione di Fratelli d’Italia, Bruno Gambardella di Più Europa e Sabino Morano di Primavera Meridionale.

Un confronto di un’ora circa che potrete rivedere qui.

Qualche “spunto” politico arriva da alcune realtà, almeno quelle più grandi, ovvero Solofra, Atripalda e Grottaminarda. Nella città della concia si ripropone, in un certo senso, la sfida tra Pd (la Guacci, assessore uscente, candidata al posto del sindaco Vignola che ha fatto due mandati) e Italia Viva (Nicola Moretti che, oltre da Alaia, sarebbe sostenuto anche dalla parte dei Dem che fa capo a Petitto e De Caro).

Ad Atripalda e Grottaminarda, invece, va in scena la lotta “fratricida” del Pd. Nel primo comune, tocca ai due Spagnuolo (Petracca contro De Caro e Petitto), in Ufita Spera fa capo alla segreteria provinciale, Barrasso più a quella locale e ad Italia Viva.

In questi comuni, scompare il centro-destra. E di questo si duole la Castiglione che lancia una sorta di appello agli altri partiti della coalizione a riprendere il discorso dell’unitarietà in vista delle prossime scadenze elettorali, quelle di autunno aspettando le sempre più vicine, ormai, Politiche.

Un confronto “vecchia maniera” ci sarà a Baiano, dove il sindaco uscente, ricandidato, Montanaro, è espressione del centro-sinistra, mentre dall’altra parte, Litto, fa capo al centro-destra.

Nel corso della trasmissione, ovviamente, si è parlato anche dei referendum sulla giustizia. Il prossimo 12 giugno, infatti, gli elettori saranno chiamati ad esprimersi anche su questo.