VIDEO/Tifosi del Napoli aggrediti ad Avellino: schiaffi e bandiere strappate

0
5506

E se in tutti i comuni dell’Irpinia si sono registrati festeggiamenti con caroselli di auto, fuochi d’artificio e cori nelle piazze per la conquista matematica dello Scudetto da parte della squadra del Napoli, ad Avellino i timidi festeggiamenti non sono stati presi di buon grado da uno o più gruppi di facinorosi violenti.

Segnalazioni di aggressioni ai giovani che festeggiavano ci arrivano da più parti e sono in circolazione già diversi video che lo testimoniano.

Da via De Concilis una donna racconta di persone con i cappucci sulla testa che «rincorrono le auto e minacciano le persone, strappando sciarpe ed utilizzando anche le maniere forti, un amico di mio figlio ha ricevuto uno schiaffo. Non volevano che festeggiassero, hanno chiesto di togliere le sciarpe del Napoli. Atteggiamenti – aggiunge la donna – usati con molte persone, anche donne». Questo intorno alle 23,30.

Ma le aggressioni sarebbero continuate anche oltre: alle 1,30 in Viale Italia, un gruppo di giovani avrebbe aggredito due ragazzi che passavano su uno scooter sventolando una bandiera. Ne sarebbe scaturita una rissa, dove i due ragazzi tifosi del Napoli ne avrebbero avuto la peggio. Poi ci hanno pensato i carabinieri a tranquillizzare gli animi.

D’altra parte il video che vi mostriamo è eloquente: si vede un gruppo di ragazzi con i cappucci – non sappiamo se è lo stesso – che corrono verso le auto e strappano via le bandiere con violenza.

Fatti davvero spregevoli. Un’intolleranza che si manifesta anche sui social con commenti sotto i post dei festeggiamenti davvero squallidi, a tratti razzisti. Tutto questo non può avere nulla a che fare con il calcio. Si può gioire della vittoria di una squadra conterranea pur avendo un’altra fede calcistica, si può restare magari in silenzio, ma la violenza no, non è mai accettabile.