VIDEO/ Festa di Santa Barbara, Barbarulo: “Il ricordo di Antonio De Fazio segnerà il cammino dei Vigili del Fuoco”

4 Dicembre 2015

Stamane, nell’occasione della festività di Santa Barbara Patrona dei Vigili del Fuoco, a conclusione della celebrazione religiosa officiata da Mons. Francesco Marino Vescovo della Diocesi di Avellino presso la Chiesa del SS Rosario, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Avellino ha donato un presepe che rappresenta la Chiesa del Rosario, opera del Caposquadra Esperto in pensione dei Vigili del Fuoco Carmine Addivinola.

Il prezioso presepe ha la particolarità di avere come scenario proprio la Chiesa del Rosario, una riproduzione in scala con dettagli realizzativi fedeli alla realtà.

Alessio Barbarulo, Comandante provinciale dei VVF, evidenzia due punti significativi che riguardano la celebrazione di quest’anno:

“La celebrazione di quest’anno è caratterizzata da due punti molto importanti:  il ricordo di Antonio De Fazio (il Vigile del Fuoco deceduto lo scorso aprile a causa di un malore, ndr), che segnerà il cammino dei Vigili del Fuoco da qui in avanti, e la donazione elaborata dal nostro artista, il caposquadra Addivinola, che abbiamo voluto regalare alla Chiesa del SS Rosario e che rende ancora più suggestiva la celebrazione. Inoltre,  il 16 dicembre ci sarà una cerimonia in Caserma per il precetto natalizio in cui presenteremo il calendario del Comando di Avellino. Nel giorno dell’Epifania, invece, andremo  nel reparto pediatrico del Moscati ed offriremo dei doni ai bambini”.

Barbarulo fa un bilancio degli interventi portati a termine nell’ultimo anno:

“Abbiamo realizzato 6500 interventi in un’annata impegnativa che ci ha visto protagonisti anche fuori provincia. Siamo soddisfatti di questo, quando veniamo chiamati in causa lo facciamo con senso del dovere e con lo spirito che ci contraddistingue. Tra gli altri voglio ricordare l’intervento per l’alluvione nel Sannio e quello realizzato in provincia di Reggio Calabria dove abbiamo operato con 9 unità della sezione operativa insieme a squadre delle altre province italiane”.

E sulle carenze nell’organico del Comando Provinciale:

“Il nostro organico lamenta delle carenze ma nel corso di quest’anno abbiamo avuto un aumento delle unità, ci siamo impegnati a formare delle qualifiche necessarie per svolgere attività di soccorso. Quindi l’intento è di sopperire a quelle carenze che saranno colmate nei prossimi anni.”


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.