VIDEO/ San Martino blindata dopo la sparatoria, comunità sgomenta. Il sindaco: “Chiunque poteva essere coinvolto”

0
1234

San Martino Valle Caudina blindata dopo la sparatoria di ieri che ha portato al ferimento dello storico boss del clan Pagnozzi Clemente Fiore e di suo nipote 20enne.

L’uomo che ha sparato è stato identificato grazie al sofisticato sistema di video-sorveglianza della Polizia Municipale e ora avrebbe le ore contate. Su di lui si stringe la morsa delle indagini condotte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino guidati dal Maggiore Pietro Laghezza.

La comunità di San Martino non merita che di essere infangata da questi atti, ci riferisce il sindaco Pasquale Pisano. L’Amministrazione comunale ha fin da subito fatto sentire la propria voce anche con azioni concreti come l’acquisizione di beni confiscati alla criminalità organizzata.

 

QUI PER VEDERE IL SERVIZIO VIDEO.