VIDEO/ Reunion Pink Floyd? Un video di Waters scatena i fan

0
33

Magari saranno solo congetture astruse dei fan, magari solo una trovata pubblicitaria per sponsorizzare il concerto del secolo  all’Empire Polo Field a Indio, nel sud della California, dove dal 7 al 9 ottobre si riuniranno Bob Dylan, Paul McCartney, i Rolling Stones, gli Who, Neil Young e Roger Waters, ma il video postato sul proprio profilo facebook dal bassista, cantante e mente geniale dei Pink Floyd lascia spazio ad alcune interpretazioni.

La scritta “October” sottolinea che nel decimo mese di questo 2016 succederà qualcosa di straordinario nel mondo della musica mondiale legato a Waters e, di rimando ai Pink Floyd. Come citato, il  festival californiano di Coachella riveste già un evento senza precedenti. Eppure il trailer apparso ieri sul più famoso social network sembra una sottile anticipazione di un evento forse irripetibile.

In bianco e nero, sullo sfondo il pubblico di un live di “The Wall”, concerto portato in giro negli ultimi anni da Waters. Poi, in rapida successione, tre diversi “Pig”, il maiale gonfiabile diventato uno dei simboli dei Pink Floyd e delle esibizioni live della band britannica. Colonna sonora il primo verso di Brian Damage.

Analizzandolo, i 3 maiali volanti potrebbero essere riferiti ai 3 membri dei Floyd rimanenti. Quando è stato chiesto a Nick Mason se ci sarebbe stata mai la possibilità di una reunion dei Pink Floyd, il batterista rispose:  “quando i maiali voleranno”.

Potrebbe essere un tributo a Richard Wright? Un unico spettacolo che faccia il paio con quello de Live 8 di Londra, nel 2005, l’ultimo ultimo evento che ha visto i quattro membri storici della band riuniti ufficialmente?

Waters ha in cantiere la presentazione del prossimo album ed un evento del genere, paragonabile soltanto al leggendario Festival di Woodstock, intrecciato con la reunion con Gilmour e Mason, ne farebbe schizzare immediatamente le quotazioni.

Inoltre la canzone scelta come colonna sonora del video, Brian Damage, tratta da Dark Side of the Moon, ha nel testo del primo verso un chiarissimo richiamo elegiaco:

“Il matto è sull’erba, il matto è sull’erba, ricordando giochi e ghirlande di margherite e risate, bisogna tenere i pazzi sul sentiero.”

Esplosione di commenti da parte dei fan:

“Roger Waters, sei un indovino? Come hai fatto a sapere che Trump aveva intenzione di costruire un muro?”

“Nuovo album e tour credo. Forse un “concept live” di Animals. Qualunque cosa sia comprerò il nuovo album e il biglietto per il concerto”.

“Qualunque cosa ci sta solo dicendo che “qualcosa” è in arrivo nel mese di ottobre…non vedo pertinenze con una reunion”.

“David Gilmour stava parlando di una reunion dei Pink Floyd dopo il suo primo spettacolo a Toronto. Non sarei sorpreso se questa possa essere un’anticipazione, ma non ci spererei.”

Visioni diverse, questo è sicuro, resta il fatto che Roger Waters non ha mai smesso di sorprendere, non ha mai smesso di provare ad incantare, non ha mai rinunciato al suo credo ed alla sua passione anche quando, forse, si è sentito onnipotente e fuori dal “contesto mondo”. Un genio ineguagliabile che nell’ultima parte della sua vita ha ancora voglia di regalare e regalarsi attimi indimenticabili e momenti storici. Staremo a vedere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here