VIDEO / La voglia di scuola in presenza “contagia” anche Avellino: il 95% degli alunni è tornato tra i banchi

0
18

Alfredo Picariello – La voglia di scuola in presenza “contagia” anche Avellino: il 95% degli alunni della Primaria (prime e seconde classi) oggi ha fatto rientro tra i banchi degli istituti del capoluogo irpino. Un’adesione molto alta, a dispetto delle previsioni non troppo ben auguranti della vigilia. Un po’ più basso il tasso di adesione per la scuola dell’Infanzia: il 60%.

Numeri – che giungono da Palazzo di Città – complessivamente buoni che confermano la volontà della maggior parte delle famiglie avellinesi di abbandonare la didattica a distanza. Nonostante i timori, palesati anche stamane da qualcuno.

Avellino è dunque tornata in classe. Porte aperte per il 90% di circa duemila bambini chiamati oggi a rientrare, secondo l’ordinanza della Regione Campania della settimana scorsa. Ritorno tra le mura scolastiche anche per oltre 200 operatori.

Un dato che, molto probabilmente, ha incoraggiato le famiglie, è stata l’alta percentuale di tamponi effettuati tra giovedì e venerdì a Campo Genova. Secondo i numero forniti dall’amministrazione comunale di Avellino, si sono sottoposti al tampone rapido antigienico quasi tutti i docenti impegnati stamane in classe. Nessun positivo è emerso dai test effettuati.

Massima prudenza e rispetto delle regole anche da parte dei dirigenti scolastici. Tutto è sembrato filare via liscio sia al “Perna – Alighieri” di contrada Baccanico (qui la campanella è suonata dalle 8 alle 9 per le materne e alle 8.30 per le primarie per circa 400 bambini in tutto) sia all’Ic “Regina Margherita – Leonardo Da Vinci” con i suoi 350 alunni. Questa mattina siamo stati proprio presso l’istituto di piazza Garibaldi.