Video – La Verde Irpinia dall’alto come non l’avete mai vista

0
110
abbazia del Loreto di Mercogliano
abbazia del Loreto di Mercogliano

Vi è mai capitato di osservare l’Irpinia dal cielo ?  Abituati come siamo a osservare la realtà dalla nostra prospettiva, è impossibile non sgranare gli occhi alla vista di uno spettacolo che ha dell’eccezionale.

Immagini in movimento che ritraggono l’Irpinia vista dall’alto, alla pari dell’occhio di un uccello che spicca il volo, volteggia nell’aria, poi plana con leggerezza per tornare ad alzarsi in cielo con maestosità.

E’ questa la sensazione che si può provare osservando le immagini realizzate da un obiettivo posizionato su un A.P.R. (Aeromobile a Pilotaggio Remoto), più semplicemente conosciuto come drone.

E in questo caso è proprio il verde paesaggio irpino protagonista assoluto di uno dei tanti video realizzati da Aircopter, prestigiosa realtà operante su tutto il territorio Italiano ma interamente avellinese, della quale abbiamo voluto ascoltare le voci dei titolari.

Sicuramente un campo di applicazione molto interessante è quello relativo alla promozione del territorio della provincia di Avellino ed alla valorizzazione delle sue risorse naturalistiche, storiche e ricettive.

Ne è magnifico esempio il video girato presso l’Abbazia del Goleto a Sant’Angelo dei Lombardi.

<<Nella nostra terra ci è capitato di svolgere pochi lavori, con quelli commissionati dai nostri Clienti  e di nostra iniziativa abbiamo realizzato dei mini showreel dell’Irpinia – ci spiega Giorgio Di Marzo Capozzi Pilota e responsabile tecnico- .Da qui è nato il nostro desiderio di comunicarli agli altri, di mostrarli attraverso “il nostro punto di vista” sicuramente molto singolare.>>.

Cosa si può scoprire attraverso la prospettiva di un drone?

<<Dalla terra la visione che abbiamo del mondo che ci circonda è piuttosto piatta. Dall’alto invece si può godere di una visione globale, piena. Le immagini in movimento creano una sorta di storia di ogni luogo. Sono necessari creatività ,precisione quanto sensibilità ed esperienza nella regia >>.

Si stanno ampliando i campi di applicazione di questa tecnica?

aircopter
aircopter

<<Certo, i campi di applicazioni sono tantissimi dai rilievi fotogramettrici ,rilievi termografici e ora ad esempio stiamo effettuando sperimentazioni sull’agricoltura di precisione.Utiliazziamo una telecamera Multispettrale sotto il Drone , consente di catturare la quantità di energia riflessa di oggetti della superfecie terrestre nelle diverse lunghezze d’onda dello spettro elettromagnetico (generalmente vicino all’infrarosso) , questo consente in post produzione tramite l’indicatore grafico NDVI  (Normalized Difference Vegetation Index ) di differenziare vegetazioni che sono in stress idrico da quelle sane.E’ un settore in forte espansione , consente di far rispariamare tempo e denaro all’utente finale. Sorvolare un ettaro con il drone è molto più rapido che con altri mezzi e sicuramente si ha un riscontro in breve tempo >>.

Alla regia e al pilotaggio da remoto della camera c’è una donna, cosa molto rara in questo settore. Ce ne parli proprio lei, architetto Maurilia Criscitino.

<<Sicuramente la mia professione mi ha spianato la strada in questo senso. Ho da sempre vissuto in un ambiente professionale più maschile che femminile, ma nel settore specifico della nostra attività lo è ancora di più.Quando ho iniziato penso ero una delle prime donne che ha approcciato con questa tecnologia in italia, Ma quello che posso affermare in base alla mia esperienza è che i risultati si raggiungono solo con la forte passione, a prescindere dal genere>>.

La tecnica delle riprese aeree ha innumerevoli campi di applicazione.

E senza dubbio, osservando questi video, potrebbe essere un’ottima modalità di promozione del territorio, come già in molte realtà italiane e internazionali si sta facendo attraverso l’interessamento di Enti preposti.

Un’opportunità anche per l’Irpinia?

<<Abbiamo un habitat di tutto rispetto. Un territorio che si presta a essere valorizzato. Senza dubbio ritengo sia necessario far scoprire luoghi ancora poco conosciuti presenti in tutta la nostra provincia. Sarebbe importante investire in questo per rendere sempre più attraente un territorio che non ha nulla da invidiare ad altre provincie campane e italiane>>. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here