Ambiente, sicurezza degli edifici scolastici ma anche una didattica alternativa che preveda materie quali l’educazione sessuale: sono solo alcune delle richieste che gli studenti di Avellino hanno inserito nel proprio manifesto e in un documento che consegneranno al Prefetto.

Stamane gli alunni delle scuole cittadine sono scesi in piazza, rispondendo alla chiamata dell’Uds per far sentire la propria voce e le proprie rivendicazioni alle istituzioni.

“Chiediamo – tuona Anita Maglio dell’Uds – una riforma sostanziale non solo della nostra scuola ma di tutta la città. I giovani non hanno opportunità e scappano da una scuola antiquata per ritrovarsi in una città che altrettanto non è fatta per loro. Noi siamo qui per proporre un modello diverso di scuola e città”.