VIDEO/ Basso: “Si cambi rotta o Italia diverrà un paese per vecchi”

0
5

Guarda le foto

Avellino – “Il nemico numero uno delle imprese italiane è lo Stato. Se lo Stato lascerà in pace le aziende, queste produrranno reddito e occupazione, cresceranno così i consumi; se continua a tartassare le aziende invece non si andrà da nessuna parte e l’Italia sarà destinata a diventare un paese per vecchi”. Così il numero uno di Confindustria Campania Sabino Basso in occasione della presentazione del rapporto sullo stato di salute dell’economica campana, evento organizzato dalla Banca d’Italia che si è svolto in mattinata all’ex Carcere Borbonico di Avellino e che ha visto la partecipazione – tra i vari – del primo cittadino avellinese, Paolo Foti, del Vescovo di Avellino, Mons. Francesco Marino, del Prefetto Carlo Sessa, del senatore Cosimo Sibilia, di Giuseppe Genovese e Luca Sessa della Banca d’Italia.

“E’ una vergogna – ha continuato Basso – che uno dei paesi più sviluppati al mondo quando deve riscuotere del denaro dalle imprese manda Equitalia con i fucili spianati, al contrario invece di quanto deve pagare”.
La ricetta di Basso: “Nelle democrazie occidentali i Governi prendono le ricchezze dalle imprese e dai lavoratori e le redistribuiscono in servizi. Oggi che le imprese e i lavoratori sono drasticamente diminuiti, lo Stato ha continuato a distribuire gli stessi soldi aumentando tasse e generando la morte delle pmi e migliaia di disoccupati. Questa tendenza va al più presto invertita con una nuova politica industriale”. (@antopirolo)

Di seguito la video intervista a Sabino Basso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here