Viadotto “Montechiuppo”, disagi sull’Ofantina: Lonardo interroga il Ministro

Viadotto “Montechiuppo”, disagi sull’Ofantina: Lonardo interroga il Ministro

28 Giugno 2021

“File interminabili di auto e camion sull’Ofantina nei pressi del viadotto “Montechiuppo”, nel territorio di Manocalzati in provincia di Avellino, provocano enormi disagi ai cittadini e alle imprese dei distretti industriali dell’Alta Irpinia. Ho depositato stamani una interrogazione al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, per sapere quali iniziative ritenga di dover intraprendere al fine di consentire nel più breve lasso di tempo possibile l’ultimazione dei lavori e la riapertura della strada in entrambi i sensi di marcia”. Lo dichiara in una nota la senatrice, Sandra Lonardo, dopo aver ricevuto diverse sollecitazioni da alcuni amministratori locali e dalla segreteria provinciale di Noi Campani.

“I lavori, iniziati a giugno del 2020, sono andati a rilento fino ad essere ormai fermi da diverse settimane, creando problemi enormi per i residenti dei paesi limitrofi e per il transito dei mezzi pesanti”, ha scritto la senatrice nel proprio atto di sindacato ispettivo, aggiungendo: “il traffico veicolare procede in una sola corsia e il traffico è regolato da due semafori in quanto devono essere sostituite le barriere laterali che non sono a norma, e deve essere rifatta la pavimentazione oltre a interventi mirati sulla struttura”.

La senatrice del gruppo misto ha chiesto, inoltre, al ministro Giovanni di “attivarsi presso l’Anas per verificare le ragioni per cui il cantiere è fermo da settimane e sollecitarne l’immediata riapertura” atteso che “il completamento dell’opera è ancora lontano”.