VD/Pdz A4, Avellino firma. La Verde: “Di nuovo dignità al capoluogo”

0
6

Definito lo schema di Convenzione per il Piano di Zona A4, il commissario Raffaele Scognamiglio questa mattina ha fatto visita a Palazzo di città per presenziare alla sottoscrizione del documento da parte del comune capoluogo.
Con il documento redatto, in linea con le disposizioni del Piano Sociale Regionale vigente, Avellino riacquista il ruolo di capofila dell’Ambito, sarà quindi sede legale del coordinamento istituzionale d’ambito e dell’Ufficio di Piano. Un cambio di passo rispetto al lavoro portato avanti dall’ex commissario Armando Masucci che con il voto ponderato non teneva in considerazione il numero di abitanti per comune.
“Non c’è niente di diverso da quello che era stato stabilito dal Comune di Avellino nell’ottobre del 2013 – dichiara soddisfatto l’assessore alle Politiche Sociali Stefano La Verde -. Scognamiglio si è attenuto al suo ruolo, rispettando il suo mandato e con imparzialità ha riconfermato le nostre scelte che si attenevano alle direttive regionali date ai comuni capofila in merito alla costituzione dei piani di zona. In questo modo è stata ridata dignità al comune di Avellino che ancora una volta ha dimostrato capacità di programmazione e professionalità”.
Il Piano di Zona A04 esplicherà la sua attività attraverso il coordinamento istituzionale d’ambito, convocato e presieduto dal Sindaco del Comune Capofila che svolge funzioni di rappresentanza legale per conto dell’Associazione e l’Ufficio di Piano, con funzioni di gestione della programmazione relativa al Piano di Zona, coordinato e diretto dal Coordinatore. Viene meno invece la figura del vice coordinatore per la quale La Verde si era sempre mostrato contrario: “La normativa non prevede questa figura. Il personale così come avevamo previsto sarà a costo zero, nessuno percepirà un euro per il personale che lavorerà nel Piano di Zona. Il coordinatore sarà individuato in una persona esperta in materia di politiche sociali e sarà un dirigente, o un funzionario del comune di Avellino”.
Il comune di Avellino ha accolto di buon grado la proposta del commissario Scognamiglio, resta da vedere come si comporteranno gli altri comuni appartenenti all’Ambito, soprattutto alla luce dei cambi di guardia avuti nei parlamentini comunali all’indomani delle elezioni. Sembra che per il momento i comuni favorevoli allo schema di convenzione siano sei su sedici. “Speriamo che il buon senso prevalga in tutti – conclude La Verde – A noi non interessa prevalere, ma siamo sempre disponibili al dialogo”. (di Rosa Iandiorio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here