Universiadi: vicepresidente Regione indagato per corruzione

Universiadi: vicepresidente Regione indagato per corruzione

14 Novembre 2019

Il vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, è indagato per corruzione in uno dei filoni dell’indagine della Procura di Napoli su alcuni atti amministrativi e affidamenti che hanno riguardato le Universiadi svolte a Napoli e in altre città della Campania dal 2 al 14 luglio scorsi. Il filone che secondo gli investigatori riguarda Bonavitacola è quello relativo all’accoglienza degli atleti nel Grand Hotel Salerno, albergo sito sul lungomare della città di cui Bonavitacola è originario e al cui interno sono state ospitate circa 900 persone.

Secondo quanto riportato da diversi quotidiani, l’ipotesi investigativa è che l’hotel sia stato scelto tra i luoghi di accoglienza di atleti e staff delle Universiadi in virtù di un “rapporto privilegiato” tra Bonavitacola e l’amministratore unico della società proprietaria dell’albergo, Rocco Chechile, a sua volta indagato per corruzione. Altri capitoli dell’inchiesta sulle Universiadi aperta dai pm Henry John Woodcock e Francesco Raffaele, della sezione Reati contro la pubblica amministrazione della Procura di Napoli, riguardano la scelta di ospitare parte degli atleti a bordo di due navi da crociera ormeggiate nel porto di Napoli per l’intera durata della manifestazione, e il servizio di trasporto di atleti, membri delle delegazioni e altre persone accreditate gestito con taxi, vetture a noleggio e minivan tra i villaggi degli atleti e le sedi di gara.