Unione Studenti a Foti:”Il proibizionismo non rimedia alla violenza”

0
2

Avellino – “La violenza continua a dilagare in modo insopportabile nella nostra città e sembra ormai impossibile porle un freno”. Così esordisce Chiara Loffredo, Unione Studenti di Avellino.
“In una regione come la Campania, che detiene il triste primato di casi di femminicidio, dove la violenza sembra essere una parola d’ordine, dire “mi dispiace” non basta. Aumentare i controlli non è la soluzione, come crede il nostro sindaco, che ormai da tempo usa il proibizionismo come linea guida della sua politica, molto spesso infatti la violenza è dovuta alla mancanza di spazi materiali e immateriali nei quali discutere, confrontarsi e costruire la cittadinanza rispettando ogni spazio pubblico. Cancellare questi atti di odio e violenza è la funzione principale della civilizzazione, ed è questo lo scopo dei nostri tentativi di migliorare il livello di civiltà delle nostre società. Quella che ci impegniamo a mettere in atto è una vera e propria campagna culturale, a cominciare dai Collettivi e dai cineforum sulla sessualità e le questione di genere creati dalla Rete della Conoscenza, noi, come studenti, ma soprattutto come cittadini, abbiamo la possibilità di sviluppare la nostra coscienza critica, condividendo con gli altri le nostre opinioni ed esperienze. La violenza aumenta l’odio e nient’altro, ed è con la conoscenza che dobbiamo sopprimere la violenza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here