“Un sì al referendum significa risparmiare soldi ed essere un Paese con una democrazia più moderna ed efficace”. Taglio parlamentari, le ragioni di Sibilia

“Un sì al referendum significa risparmiare soldi ed essere un Paese con una democrazia più moderna ed efficace”. Taglio parlamentari, le ragioni di Sibilia

12 Settembre 2020

Alfredo Picariello – E’ il “votasìday” anche in provincia di Avellino. MoVimento 5 Stelle in campo per spiegare le ragioni del sì al taglio dei parlamentari. Mobilitazione pentastellata ad Avellino, lungo il Corso, e a Montella nel pomeriggio, in piazza. Dalle 18 appuntamento anche a Cervinara, in via Carlo De Bellis presso la Villa Comunale.

Nel capoluogo, al gazebo ci sono anche i quattro candidati alle elezioni regionali, ovvero Maura Sarno, Vincenzo Ciampi, Carmen Bochicchio e Generoso Testa e l’onorevole Maria Pallini. A “tirare la volata”, il sottosegretario al Ministero dell’Interno, Carlo Sibilia.

“Il 20 e il 21 settembre possono rappresentare giorni molto importanti per il nostro Paese, perché andiamo ad aggiornare la Costituzione, avremo una bella possibilità per elevare la qualità dei nostri parlamentari, per risparmiare un po’ di soldini e per rendere le nostre Camere ed i lavori parlamentari più efficienti”.

“In Italia – prosegue Sibilia – abbiamo il più alto numero di parlamentari di tutta Europa. 945 è un numero oggettivamente molto alto. Se vincerà il sì domenica e lunedì, ne avremo 600 e, finalmente, rientreremo nelle medie europee, saremo insomma un Paese più civile con una democrazia più moderna, efficace ed efficiente”.

“C’è anche da sottolineare che tra cosiglieri regionali e comunali, è come se in giro per l’Italia avessimo un’altra Camera ed un altro Senato. Questo sistema va aggiornato al più presto, andava aggiornato da 40 anni e mi fa piacere che, adesso, i cittadini abbiano l’opportunità di esprimersi. Ci sarà un risparmio di oltre 40 miliardi, mi auguro fortemente che vinca il sì”.