Un comitato d’affari ad Avellino? Gengaro lancia l’allarme

0
3

Avellino – Intervenendo al convegno organizzato da Maselli e De Stefano ieri pomeriggio al Victor Hugo, Antonio Gengaro consigliere comunale di Avellino, ex vicesindaco ed ex presidente del consiglio comunale, ha parlato senza peli sulla lingua di un “comitato d’affari” nella città capoluogo. Davanti ad una folta platea di persone comuni, politici e giornalisti, ha affermato che Avellino “è diventata la città della delinquenza” e che è l’ora che si intervenga per mettere fine al comitato d’affari che favorisce interessi illeciti. Una denuncia, quella del capogruppo di Libera Città che ha toccato anche alcuni tasti delicati, come la generale ipocrisia e il silenzio sui fatti degli ultimi tempi. In particolare, riferendosi a Mancino e D’Ambrosio li ha invitati a spiegare alla città , perché hanno abbandonato la gestione del comune e il motivo che ha spinto tre assessori comunali (Iermano, Giordano e Rotondi, ndr) a dimettersi dall’incarico. Un Gengaro in piena, che alla fine ha invitato la Procura della Repubblica ad intervenire sulle ombre del “comitato d’affari”. L’ombra lanciata da Gengaro è senza dubbio inquietante ed è il caso che la “notizia” venga accertata da chi di competenza per eliminare dubbi e sospetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here