Ugl Costruzioni – Parte la campagna “Buon ponteggio, buon lavoro”

0
3

Avellino – Nell’edilizia i ponteggi sono le attrezzature di lavoro più importanti e sono fondamentali per poter lavorare in modo efficiente e in condizioni di sicurezza in ogni fase dell’opera. Tuttavia, possono essere anche una fonte di rischio. Ogni anno in Svizzera si verificano 3000 infortuni, spesso con conseguenze invalidanti o letali. I costi cagionati non sono da poco e ammontano annualmente a 80 milioni di franchi. Un motivo più che valido per intervenire.
Per fronteggiare l’elevato numero di infortuni l’UGL Costruzioni lancia anche in Italia la campagna “Buon ponteggio, buon lavoro” con lo scopo ambizioso di ridurre del 20% gli infortuni entro la fine del 2009 e di diminuire di conseguenza anche i costi. Il punto centrale della campagna sono i controlli effettuati dagli specialisti del CPT-CENAI e i corsi di formazione per pontisti. La campagna è sostenuta anche dalla dall’associazione datoriale FederTerziario e da altre associazioni di categoria. “L’obiettivo della campagna – afferma Gerardo Santoli segretario dell’UGL Costruzioni di Avellino- è di sensibilizzare gli addetti al lavoro sulla sicurezza sui ponteggi, combattere i pregiudizi comuni e motivare i lavoratori ad adottare il giusto comportamento. Le cause degli infortuni che accadono sui ponteggi sono di vario tipo; una delle cause è legata al coordinamento dei lavori, che spesso risulta essere carente o del tutto assente. Per questo motivo la campagna si rivolge a diverse categorie: gli utilizzatori, gli installatori,i direttori dei lavori e i progettisti. Tutte queste persone svolgono un ruolo determinante quando si tratta di sicurezza sui ponteggi Solo se tutti i soggetti coinvolti conoscono il loro compito e si assumono la loro responsabilità, si potrà assistere ad un calo del numero degli infortuni.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here