Uccise il figlio. Rimane in carcere nonostante il parere dei giudici

0
9

E’ ancora in cella la 35enne di Campolattaro, a processo con l’accusa di aver ucciso il figlio di pochi mesi a bastonate, dopo essersi allontanata dalla casa a Quadrelle, in provincia di Avellino, dove viveva col compagno.

Lo scorso 18 dicembre il Riesame, associandosi a quanto stabilito dalla Cassazione sull’incompatibilità tra le condizioni della donna e il carcere, aveva stabilito che lasciasse il penitenziario per essere associata a una struttura che le fornisse assistenza specialistica.

C’era però stato un errore formale legato all’indirizzo della sede legale della cooperativa e non del centro gestito dalla stessa. In un secondo momento la disponibilità della struttura era venuta a mancare e così la donna è rimasta in carcere.