Truffa in banca, fissata l’udienza per l’ex cassiere indagato

0
825
Tribunale Avellino

E’ stata fissata per il 27 ottobre l’udienza civile davanti al giudice del Tribunale di Avellino, a carico di un 60enne, ex impiegato della filiale Bper di Solofra, licenziato per giusta causa dopo essere finito al centro di una inchiesta per truffa aggravata. 

Sono ventitré i clienti dell’istituto, assistiti dall’avvocato Valerio Preziosi, che mirano al risarcimento. La Banca Popolare dell’Emilia Romagna è rappresentata dall’avvocato Edoardo Volino, il 60enne di Mercogliano dal legale Fabio Tulimiero. 

Il giudice ha intanto disposto un sequestro conservativo per 35mila euro, tra beni immobili e mobili. 

La banca si è costituita contro l’ex dipendente, contestandogli di aver usato pc e altre apparecchiature dell’azienda per mettere a segno la truffa. Il cassiere, secondo il racconto delle vittime, avrebbe convinto i clienti a investire su titoli obbligazionari, convincendoli della bontà dell’affare grazie all’erogazione di presunti e ciclici interessi. Fino a quando i clienti, questo hanno raccontato, si sono accorti che il capitale investito era sparito.