Tranfaglia, Tomasone e Piantedosi insigniti del Tommariello d’oro

0
16

Dal numero 1 de “Il Biancoverde” 23/08/2013

Nel suggestivo scenario del Convento di S. Egidio a Montefusco parte la settima edizione del Tommariello d’Oro, manifestazione che premia personalità di spicco irpine, il cui ruolo istituzionale ha portato e porta il nostro territorio a livelli sempre più elevati su tutto il panorama nazionale. A condurre la serata dell’edizione 2013 il noto presentatore Rai Fabrizio Frizzi e l’intramontabile avvenenza di Pamela Prati. I due accoglieranno sul palco tanti ospiti celebri: tra i nomi illustri spiccano la voce graffiante e melodica di Marco Masini, l’arte incantatrice del campione italiano di magia Luca Bono e una delle stelle della danza italiana e protagonista della trasmissione Rai “Ballando con le Stelle” Samuel Peron. Direttore artistico del prestigioso premio anche quest’anno sarà Carmine Gnerre, ideatore ed organizzatore attento e scrupoloso che ha operato al fine di riconfermare il grande successo delle scorse edizioni. “Le nostre risorse, quelle irpine, sono tante ed eccellenti – spiega – Basti pensare alla scelta dei due premi: il Tommariello simboleggia la lavorazione del tombolo, un merletto che si realizza solo nelle zone di Montefusco e Santa Paolina. L’altro, quello della pigna, rievoca le preziose uve del Greco di Tufo che hanno reso il nostro territorio famoso in tutto il Mondo. Nonostante i sacrifici anche in termini economici che il Tommariello comporta, siamo ancora convinti che questo evento può richiamare un folto pubblico e con molta soddisfazione posso orgogliosamente constatare che gli ospiti della serata vengono volentieri nelle nostre zone perchè ‘assaporano’ tradizione, arte e cultura enogastronomica”. “Chiediamo però – continua Gnerre – più sostegno e sensibilizzazione all’amministrazione di Montefusco perchè il premio, nonostante richieda risorse sempre più esose e partners sempre maggiori, è volto alla piena partecipazione dei giovani irpini; non a caso uno dei premiati è un ricercatore pratese, che opera in una famosa Università estera, con l’auspicio che questi possa ritornare nel suo amato territorio e trasferire le conoscenze acquisite, mettendole al servizio della propria comunità d’origine”. La commissione del premio “Tommariello d’oro” ha scelto i nomi di coloro che saranno insigniti durante l’evento che si terrà a Montefusco il 24 agosto. I premi andranno al Generale Vittorio Tomasone, sottocapo di Stato maggiore dell’Arma dei Carabinieri, originario di Altavilla Irpina, al Prefetto di Bologna Angelo Tranfaglia originario di Contrada, al Prefetto Matteo Piantedosi (vice capo della Polizia di Stato) originario di Pietrastornina. La pigna d’argento invece a Ugo Morelli, professore universitario, saggista psicologia del lavoro nativo di Grottaminarda, Silvio Sarno presidente nazionale Atecap originario di Avellino, a Walter Taccone presidente As Avellino e direttore del Gruppo Taccone Clinica Santa Rita – Futura Diagnostica, originario di Avellino, a Luca Abete giornalista, inviato di Striscia la Notizia, originario di Avellino, a Maurizio Renna ricercatore presso la Cambridge Istitute for Medical Research – Dipartimento di Genetica, originario di Prata e infine a Vito Ciriello, Questore di Lodi e originario di Castel Baronia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here