Taurasi, convegno sui distretti turistici spostato alla Cantina Antica Irpinia

Taurasi, convegno sui distretti turistici spostato alla Cantina Antica Irpinia

30 Ottobre 2019

Per una improvvisa e sopraggiunta indisponibilità del Castello Marchionale di Taurasi
per effetto del mancato patrocinio, il convegno “ Verso la Conferenza Programmatica dei Distretti
Turistici della Campania: opportunità di sviluppo per la provincia di Avellino” si terrà alle ore 17,30
presso la sala convegni della Cantina Antica Irpinia sita in Taurasi alla Contrada Lenze snc, SP52
km4 . E’ questo il tema dell’incontro in programma il prossimo 31 ottobre, alle 17:30, presso il
Castello Marchionale di Taurasi. Al confronto prenderanno parte l’Europarlamentare Andrea
Cozzolino al quale saranno affidate le conclusioni.
Dopo i saluti del primo cittadino di Taurasi, Antonio Tranfaglia, l’introduzione dell’appuntamento
sarà affidato al Presidente del Distretto Turistico “Irpinia del Principe e dei tre Re”, Nicola Di Iorio.
L’evento proseguirà con le relazioni del Presidente del Coordinamento dei Distretti Turistici della
Regione Campania, Vincenzo Marrazzo, a cui sarà affidato anche il coordinamento dei lavori del
convegno che vedrà i contributi programmatici del Presidente del Gal Irpinia, Vanni Chieffo e del
Presidente dei Patrimoni del Sud (Rete Siti Unesco), Giuseppe Canfora.
Seguiranno gli interventi dei Presidenti dei vari Distretti Turistici della zona con i contributi del
sindaco di Summonte, Pasquale Giuditta (Partenio), Antonio Iannace (Viaticus), Enrico Indelli
(Alta Irpinia) e Massimo Santaniello (Vallo di Lauro Antico Clanis).
Previsti, infine, anche gli interventi istituzionali del Presidente della Provincia di Avellino,
Domenico Biancardi, del consigliere regionale e Presidente della Commissione Agricoltura presso
Palazzo Santa Lucia, Maurizio Petracca e del vicepresidente della Commissione Cultura della
Regione Campania, Pasquale Sommese.
Sono invitati a partecipare e a portare il loro contributo, oltre che i cittadini, i sindaci e gli
amministratori dei comuni rientranti nelle aree perimetrali dei distretti turistici e di quelli ad esse
contigue, gli imprenditori del settore e le associazioni.