Tanti ospiti e cabaret al Galà di beneficenza del Gesualdo

0
5

Avellino – E’ pronto il programma per la Serata di Gala del 19 marzo, presso il teatro comunale Carlo Gesualdo di Avellino. Lo spettacolo, che ha come obiettivo la raccolta dei fondi per l’acquisto del Bloodbox, un’autoemoteca interattiva itinerante, per la raccolta di sangue da parte di donatori volontari rientra nel progetto promosso dall’Associazione Donatori e Volontari Personale Polizia di Stato (ADVPS-ONLUS), patrocinato dalla Provincia di Avellino – Assessorato al Volontariato e dal Comune di Avellino – Assessorato alla Cultura. Il Galà, diretto e condotto da Umberto Valentino, vedrà la partecipazione solidale di artisti di fama nazionale. Si parte con Gaetano Amato, l’amatissimo poliziotto Sergio Amato ne La Squadra. Regista, attore, autore di molti testi di cinema, teatro e televisione, ritorna al suo primo amore, il cabaret, proponendosi con la sua comicità che prende spunto dalla vita quotidiana vicina a tutti noi. Si prosegue poi con Rosaria De Cicco, attrice napoletana che si è fatta conoscere al grande pubblico televisivo nel ruolo di “Vera” e di “Aida” in “Un posto al Sole”. Vincitrice del Premio Charlot, del Festival Nazionale del Cabaret in Rosa di Torino e del premio Cabaret in pillole, Rosaria ha recitato anche con Ferzan Ozpetek, nei film di successo Le fate ignoranti e La finestra di fronte. Cabarettista, cantante, animatore e trasformista, sono queste le tante doti con le quali Sasà Spasiano, napoletano purosangue, attacca e straordinariamente coinvolge il suo pubblico. Al suo attivo un premio importante “Senza Raccomandazione” premio istituito da Radio Dimensione Suono e presentato da Carlo Conti. Vincitore del Delfino D’Oro al festival di Lanciano. Vincitore della Grolla D’Argento di Saint Vincent). Sarà poi la volta di Gennaro Calabrese, imitatore – cabarettista ventiduenne di Reggio Calabria. Il suo repertorio di imitazioni conta più di 45 personaggi: politici, sportivi, cantanti, alcuni dei quali raramente imitati. Vincitore di diversi Festival Nazionali del Cabaret, Gennaro non si limita ad imitare fedelmente le voci, ma le accompagna con testi originali che lo indicano come un ottimo autore comico. Spazio al trio Ardone, Peluso, Massa, direttamente da “Colorado Cafè”. I componenti di questo gruppo provengono da diverse esperienze teatrali con Giorgio Albertazzi, Ruggiero Cappuccio, Michele Monetta, Giuliana De Sio. Vincitori del premio nazionale Cabaret Amore Mio di Grottamare, hanno partecipato all’edizione 2000 di Zelig. Gran finale con Enzo Fischetti, il Woody Allen napoletano. Fischetti trasporta pezzi e storie della vita quotidiana esasperandole all’estremo. Si è fatto conoscere per la prima volta al grande pubblico con l’edizione ’98 di “Sì, Parlando”, (rassegna annuale del cabaret napoletano). Da allora è stato un crescendo di riconoscimenti di pubblico e di critica. E, ancora, la prestigiosa presenza dei primi ballerini del San Carlo, Corona Pavone e Luigi Ferrone, e di Luca Pugliese in compagnia della sua chitarra.
La serata prevede l’acquisto di un biglietto d’ingresso, a un costo meramente simbolico, che potrà essere ritirato presso diversi punti vendita ad Avellino. L’acquisto del biglietto ha la duplice valenza di regalare divertimento e rendere partecipi di una iniziativa di solidarietà come l’acquisto del Bloodbox.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here