Sviluppo, pensioni e articolo 18, la Cgil irpina si mobilita

0
10

Vertenza Irpinia, articolo 18 e riforma delle pensioni. Questi i temi al centro dell’esecuivo provinciale della Cgil svoltosi questo pomperiggio. L’esecutivo ha condiviso all’unanimità la linea di azione della Cgil di Avellino, a partire dall’ultimo incontro avuto unitariamente, per il rilancio del Patto per lo sviluppo in Irpinia. “La convocazione del tavolo tecnico da parte del presidente della provincia, Cosimo Sibilia – dichiara Vincenzo Petruzziello, segretario provinciale della Cgil di Avellino – è stata considerata dall’esecutivo un aspetto importante, per dare seguito al Patto per lo sviluppo e per legarlo al Patto Campania. L’esecutivo ha ribadito la necessità di tenere alta l’attenzione sulle principali vertenze irpine in atto, a partire da quella che riguarda i lavori forestali, il comparto del trasporto pubblico e le vicende legate alle sorti della Irisbus ed al futuro della Fma”.

L’esecutivo, inoltre, ha fatto il punto sull’attività degli ultimi giorni in cui è stata impegnata l’organizzazione e le iniziative da supportare nelle prossime settimane a partire dallo sciopero generale in corso di programmazione, contro la cancellazione dell’Articolo 18. “Dopo l’iniziativa di domenica, con la distribuzione dei volantini – dice Petruzziello – il nostro impegno continuerà nella raccolta delle firme per difendere l’articolo 18. Mercoledì 4 aprile e giovedì 5 Aprile, la Cgil sarà impegnata nella raccolta delle firme per dire NO all’abrogazione. Saremo presenti al corso Vittorio Emanuele ad Avellino con uno stand, a partire dalle ore 17,30 e fino alle ore 20,30. Oltre a questa iniziativa, l’esecutivo ha approvato all’unanimità il calendario delle iniziative in vista dello sciopero generale di 8 ore indetto dalla CGIL nazionale. La Cgil sarà impegnata in una serie di assemblee in tutti i luoghi di lavoro e in numerosi incontri con i cittadini ed i lavoratori per illustrare le ragioni dello sciopero”.

Intanto procede la preparazione della manifestazione del 13 Aprile 2012, a tutela degli “esodati” e contro la riforma delle pensioni. Sempre mercoledì 4 aprile, le organizzazioni sindacali a livello unitario, si incontreranno per definire i dettagli della partecipazione alla manifestazione che si terrà a Roma il giorno 13 aprile 2012.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here