Solofra – Telefonate hard, la denuncia di Olivieri

0
47

Solofra – E’ una Solofra senza dubbio stordita, quella delle ultime settimane, a causa dei cambi repentini di dipendenti comunali dai vari uffici effettuati dalla maggioranza guariniana: bollette telefoniche esose piovute al comune conciario a causa di telefonate hard da parte dei dipendenti, difesa di questi ultimi, controlli dei tabulati e viene fuori il mese “hard” : giugno, poi la venuta della troupe del telegiornale satirico “ Striscia la Notizia” e la ricomparsa del “corvo”. Il tutto mentre il polo conciario langue. Il “corvo” tra l’altro ha ampliato il suo raggio d’azione visto che oltre il centro solofrano i volantini de “Il teatrino della politica” hanno raggiunto la frazione di S. Agata. La quinta comparsa del “corvo”,secondo il sindacalista della Femca – Cisl, Antonio Olivieri “appartiene ad un comportamento legato ad una sottocultura presente a Solofra da anni. Se vi è del malcontento vero e reale, questo prende corpo. Lo sciopero dell’altro giorno non è stato quello sperato, se si vota lo si fa per appartenenza o vincoli familiari, si delega invece di partecipare in prima persona. Quindi quella del corvo è una lotta personalistica che nulla a che fare con la politica. E’ un comportamento becero che vuol fare apparire un paese con un governo che opprime la democrazia. Noi del sindacato facciamo denunce, lottiamo e lo diciamo senza nasconderci. Bisogna avere il coraggio di schierarsi e dire quel che si pensa. E’ un paese – conclude – che abbandona la propria cultura per darsi alla sottocultura dell’anonimato”. (d.g.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here