Solofra – Puc, Guarino chiama Spagnuolo e Romano

12 Novembre 2005

Solofra – La maggioranza Guarino riprova a dotare di un Puc la città conciaria. Dopo l’architetto Marcello Petrignani e la sua equipe, il primo cittadino chiama per il nuovo strumento urbanistico gli architetti Raffaele Spagnuolo (presidente del Cosmari Av1) e Antonio Romano. La scelta del primo non cade a caso: secondo i bene informati potrebbe risultare un passo in avanti, da parte di un gruppo della maggioranza, in direzione Margherita. Petrignani e la sua equipe ebbero incontri con gli studenti delle scuole presenti sul territorio, con le varie comunità delle frazioni e rioni maggiori, per recepire suggerimenti e bisogni in modo da trasferirli nel piano. Secondo l’architetto, un ruolo importante per lo strumento urbanistico veniva dal Distretto Industriale. Gli obiettivi principali da seguire erano la qualificazione ambientale, la delocalizzazione e la vivibilità. Poi, improvvisamente, vennero accantonati Petrignani e la sua equipe e l’amministrazione, urbanisticamente, mise in pratica piani attuativi dell’attuale Prg scaduto e non più consono alle esigenze della comunità. Da qui il bisogno di dotare Solofra del Puc per “puntare a valutare l’esistente – dichiara Guarino – e il futuro della nostra città. Sarà aperto a tutti in quanto coinvolgerà i cittadini, in pratica sarà itinerante”. (Dante Grimaldi)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.