Solofra, Guacci (Pd): “Dissidenti si adeguino a maggioranza”

0
5

Solofra – “Il Partito democratico di Solofra non può assistere impassibile a quanto sta accadendo. Reputo doveroso, da parte mia, riaffermare massimo sostegno da parte del partito e del popolo democratico di Solofra a questa amministrazione e alla persona del sindaco Michele Vignola”. Così in una nota il segretario del Pd di Solofra Luigi Guacci.
“Nel corso di questi due anni, seppur tra mille difficoltà, questa amministrazione è riuscita ad imprimere una cesura netta con il passato, affrontando con serietà e responsabilità il governo dei tanti problemi ereditati, coniugando la gestione dell’oggi e la costruzione del domani. E spiace constatare che tra le fila del nostro partito persistono atteggiamenti, per di più da parte di consiglieri comunali, volti ad affermare la vittoria del passato sul futuro. Chi oggi si autosospende dal gruppo consiliare del Partito democratico lo fa in funzione di logiche oscure che non trovano supporto in alcuna sensata argomentazione, lo fa tradendo il mandato ricevuto. A costoro vorrei ricordare che la rappresentanza istituzionale è una cosa, l’indirizzo politico un’altra. Chi sta in un partito aderisce ad una comunità e non può esistere comunità laddove vengono meno le regole, il senso di appartenenza, il rispetto delle decisioni democraticamente maturate. È il partito il luogo eletto al confronto ed in un partito la regola è una sola: la democrazia. Ci si confronta, ci si misura sui problemi, si ascoltano tutte le posizioni ma poi si fa una sintesi e si vota. E, come è ovvio che sia, la linea della maggioranza è la linea del partito. Alla quale tutti si adeguano.
La cosa più buffa, per certi versi triste, è che oggi i consiglieri De Stefano e Pisano chiedono al sottoscritto di aprire una discussione tra le forze della maggioranza consiliare per una verifica sull’azione amministrativa. Posto che le argomentazioni che i Nostri adducono a sostegno della propria autosospensione sono risibili, non posso far altro che ricordare loro che il Partito democratico di Solofra è sempre stata una casa di vetro, vive del confronto e del dialogo tra le tante energie che lo compongono. Questo lo sanno tutti e lo sanno anche i consiglieri De Stefano e Pisano. I quali, tuttavia, hanno prima fatto quel che hanno fatto senza mai passare per il partito ed oggi chiedono il confronto. Siamo democratici ma non siamo stupidi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here