Sito web e numero verde: l’Asl irpina contro il “male di vivere”

0
4

L’Asl di Avellino presenta ufficialmente il nuovo progetto dal titolo “Quando pensi di sentirti perso c’è qualcuno in linea per te”. L’iniziativa mira ad intervenire sul disagio esistenziale. Presso la sala “Pastore” della sede irpina, infatti, il commissario Sergio Florio, insieme alla dirigente dell’Unità “Educazione alla salute” Antonella Esposito, ed al consigliere regionale del Pdl Antonia Ruggiero ha relazionato in merito. Il progetto prevede la nascita del sito web www.lastanzadeisegreti.it e del numero verde 800505058, a disposizione di tutti coloro che vogliano comunicare il proprio disagio esistenziale e discuterne con un’equipe di esperti.
Come ha spiegato la dottoressa Esposito, una delle ideatrici dell’iniziativa, la necessità del servizio è ancora maggiore in considerazione dell’incidenza del fenomeno dei suicidi nella provincia irpina. “Il progetto avrà una sua sede fisica a Sant’Angelo dei Lombardi e sarà attivo 7 giorni su 7 , 24 ore su 24. A disposizione di quanti vorranno avvalersene gli psicoterapeuti tenteranno di tradurre le richieste di auto ed accoglienza, ma laddove vi sarà una richiesta di incontro sarà accolta”.
L’iniziativa, finanziata dalla Regione Campania nel 2008 è il frutto di un lavoro cominciato l’anno prima, per un costo complessivo di circa 700mila euro. Giovani ed anziani le fasce cui i nuovi servizi sono principalmente indirizzati. Ma non solo. “Nel 2010 – ha riferito ancora la dottoressa Esposito – a differenza del passato il fenomeno dei suicidi ha investito in maniera significativa anche le fasce di età intermedia, per effetto della crisi economica e della conseguente perdita di molti posti di lavoro”.
Per Antonia Ruggiero, consigliere regionale del Pdl non vi sono dubbi: “Il progetto sta ad indicare la volontà di accorciare le distanze tra istituzioni e cittadini ed ha un grande significato”. E partendo dall’analisi del dato sui suicidi in Irpinia, che indica un aumento rispetto alla media nazionale – circa 4 punti in più – l’ingegner anche Florio ha rimarcato infine l’importanza dell’iniziativa: “Mai un progetto è stato più opportuno. Spesso -ha evidenziato .– è più facile parlare dei propri disagi attraverso un telefono”. Quindi nel merito. “Non vi saranno violazioni di privacy, ma allo stesso tempo potremo riservare più attenzione alla diffusione delle patologie e monitorare il territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here