Sindaci e sindacati in protesta al Provveditorato: “Mancano dirigenti titolari, docenti e personale Ata”

0
2742

Sindaci e sindacati in protesta questa mattina davanti la sede del Provveditorato agli Studi di Avellino. Una protesta che parte dall’Alta Irpinia ma coinvolge tutta la provincia.

La motivazione principale, oltre alla carenza di docenti e personale scolastico, è la mancanza di dirigenti titolari, sottolineata in particolare questa mattina dai sindaci di Lioni, Yuri Gioino, di Aquilonia Giancarlo De Vito e dal vicesindaco di Montella Anna Dello Buono, che sono stati ricevuti al Provveditorato, esso stesso retto da un funzionario dell’Ufficio Scolastico Regionale, Fabrizio Perrella, in attesa della sostituzione della dirigente Rosa Grano.

“Negli istituti irpini – ha affermato Salvatore Bonavita, Cisl Scuola – mancano circa 150 docenti e almeno 50-60 unità tra il personale Ata, dei quali moltissimi collaboratori scolastici. Mentre le graduatorie per i presidi sono bloccate dal Mef. Ciò ha congelato le assegnazioni, lasciando diverse scuole alle prese con complicate coperture. Per riaccendere i motori della complessa macchina scolastica servono attenzione e fondi necessari. Non si può continuare a risparmiare sull’istruzione e, quindi, sul futuro delle nuove generazioni”.