Sidigas Avellino, Sacripanti punta Reggio Emilia: “Violare il fattore campo”

0
37

Coach Pino Sacripanti, capo allenatore della Sidigas Avellino, è pronto alla battaglia del PalaBigi.

Mancano poche ore all’atto primo della sfida che porterà Nunnally e soci a sfidare i vice campioni d’Italia nella serie delle semifinali scudetto. Le prime due si giocheranno in un clima che si preannuncia infernale.

Abbiamo iniziato la settimana che ci porterà a giocare la semifinale. E’ doveroso spendere due parole sui quarti vinti contro Pistoia. Sono state tre partite di cui sono particolarmente soddisfatto. Siamo riusciti a dare un’indicazione forte sul gioco. Il piano partita è stato rispettato. A mio avviso la partita di Pistoia è indicativa. Siamo stati bravi e anche fortunati.

“Giochiamo contro una squadra forte – dice Sacripanti – che lo scorso anno ha perso lo scudetto per un tiro e che quest’anno ha spazzato via Sassari senza pensarci due volte. Ha aggiunto un nuovo play, ha mantenuto l’ossatura dello scorso anno. Ha poi la particolarità di poter ruotare 11 uomini come vuole. Ha Lavrinovic che utilizza come il vino pregiato”.

Sul momento della Sidigas Avellino: “Vogliamo la finale, sappiamo però di partire con un punto di sfavore che è rappresentato dal fattore campo. Dovremo essere bravi a provare a violare il loro fattore campo e, soprattutto, salvaguardare il nostro”.

A Reggio Emilia ci saranno soltanto poche decine di supporters biancoverdi (50). “Sapevo – dice Sacripanti – che un Palazzo doveva avere il 10% della capienza per gli ospiti, forse qualcosa è cambiato e non lo sapevo. Mi dispiace”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here