La Sidigas fa valere la legge Del Mauro anche in Europa: Ostenda al tappeto

La Sidigas fa valere la legge Del Mauro anche in Europa: Ostenda al tappeto

25 Ottobre 2017

Renato Spiniello – Prima gara interna in Basketball Champions League per la Sidigas Avellino e prima vittoria per i biancoverdi che fanno valere il fattore campo anche in Europa battendo 66-57 la Bc Ostenda. Decisivo il break a cavallo dei primi due quarti dopo una buona partenza belga. Nel finale la chiudono N’Diaye e Leunen dopo i liberi di capitan Djordjevic. La Scandone agguanta il gruppetto di testa del raggruppamento D composto da Aris, Besiktas, Nanterre e Nymburk.

Primo quarto 18-27 Ostenda non concretizza il primo possesso e la Scandone, che per l’occasione sfodera la nuova livrea a strisce biancoverdi, si sblocca con la propria point-guard Rich. I belgi rispondono con un break di 6-0, prima della bomba di Fitipaldo. A segno anche Wells, ma da 2. Ostenda cavalca un altro break e doppia la Sidigas a metà frazione (7-14). Gli irpini, in bonus, continuano a spendere falli, portando gli ospiti a tirare con un fruttuoso 6/7 dalla lunetta. Sul 13-24 Sacripanti deve chiamare il timeout. In uscita altri liberi per i belgi, li segna entrambi Myers. Punti dalla carità anche per Scrubb (2/2) e dalla media per Rich. Minuto di sospensione per coach Gjerja, si chiude col 2/2 di Salumu.

Secondo quarto 17-6 Polveri bagnate in avvio seconda frazione. A smuovere il tabellone luminoso ci pensa Zerini, che festeggia i 29 anni col canestro del -7. Wells sale in cattedra, anzi sui ferri, e vola a metterne 4 di fila. Break aperto Scandone con Zerini e Rich, che ribaltano parziale e inerzia. Si arriva addirittura al 15-0 di parziale grazie ai 3 di D’Ercole e al 2/2 di Leunen. Ostenda rivede l’anello con Salumu ma sono i primi punti del secondo quarto. Si chiude con l’1/2 di Jekiri e col terzo fallo di N’Diaye (35-33).

Terzo quarto 14-13 Sostanziale equilibrio in avvio frazione con Fitipaldo da una parte e Jekiri dall’altro a mantenere inalterata la forbice. Wells prova la fuga dalla carità, Kestelloot non fa scappare Avellino che però trova la tripla di Fitipaldo. Sui 2 successivi di Leunen si va al timeout belga. Si riprende con Jekiri, aiutato dal tabellone, l’attacco avellinese però inizia a punire gli ospiti dalla distanza. Di Wells la tripla del +8, ma è effimero. Si va all’ultima sirena sul 49-46.

Ultimo quarto 17-11 Stoppata di N’Diaye che infiamma il Del Mauro, segue la tripla di Scrubb e i 2 dalla media di Wells. Break di 5-0 che manda i gialloneri a colloquio dal proprio coach. Ostenda risponde con la tripla solo retina di Salumu e il match resta in equilibrio. Wells (4 punti) prova a dare la zampata, ma il gioco da 3 completato da Jekiri mantiene il -5. Fitipaldo fa e disfa: prima ne mette 2, poi si fa comminare un antisportivo. Capitan Djordjevic segna solo il primo libero. N’Diaye torna a segnare per la Sidigas: è il gameover, i baincoverdi fanno valere il fattore campo anche in Champions.

Sidigas: Wells 20, Rich e Fitipaldo 10.

Ostenda: Jekiri 13, Salumu 11, Kesteloot 10.