Si avvicina il derby con la Cavese. Lupi nuovamente con il tridente

0
4

Si avvicina il terzo derby della stagione per i lupi. Tra 48 ore Avellino e Cavese scenderanno in campo per darsi battaglia e continuare così a viaggiare nelle zone alte della classifica, per provare a conquistare tre punti fondamentali in chiave promozione. I biancoverdi dopo aver abbattuto a suon di goal Juve Stabia e Salernitana vogliono ripetersi contro gli aquilotti e proseguire nella loro striscia di risultati utili che dura oramai da dieci lunghe giornate. Una sfida sulla carta molto difficile, ma quella che giungerà al Partenio non sarà la solita Cavese. Infatti, i biancoblù arriveranno in terra irpina falcidiati da infortuni e squalifiche, ben sei calciatori out per l’incontro con i lupi. Galderisi ritroverà Grieco. Il numero dieci biancoverde dopo la squalifica è pronto a riprendersi la maglia da titolare. Il tecnico salernitano è pronto ad affidarsi nuovamente al 4-3-1-2 con l’ex calciatore del Napoli alle spalle del duo d’attacco Biancolino-Evacuo. A centrocampo persiste il dubbio Porcari. L’emiliano è stato bloccato per tutta la settimana al letto con la febbre e potrebbe quindi, lasciare il posto a Rivaldo. Conferma in vista invece per Di Cecco e Riccio. In difesa Puleo e Bacis si contenderanno fino alla fine una maglia da titolare al fianco di D’Andrea. Mentre sulle corsie esterne dovrebbe esserci la riconferma di Ametrano e Moretti. Trai pali come sempre spazio a Gragnaniello. Dovrebbero invece cambiare gli ospiti. Infatti, viste le tante assenze i metelliani potrebbero passare dal solito 4-3-3 al 4-4-2. Infatti le assenze obbligate di Schetter, Aquino ed Ercolano costringeranno Campilongo a modificare il proprio credo. Davanti a Mancinelli con molta probabilità ci saranno Nocerino, Rossi, Sportillo e Volpecina. Mediana con Romondini, Alfano, Tatomir e D’Amico. In attacco al fianco di Tarantino ci sarà con molta probabilità De Giorgio che dovrebbe vincere il ballottaggio sull’eclettico Albano. L’unico assente in casa Avellino sarà il centrale difensivo Moresi. L’italosvizzero degente di lungo corso ne avrà almeno per altre due settimane. Intanto prosegue a gonfie vele la prevendita

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here